NASCAR – Intervista esclusiva con Scott Wood, gasman della Toyota Camry #11 di Denny Hamlin

fonte immagine: nascarmedia.com/Getty images

Grazie a Scott Wood, gasman della Toyota Camry #11 del Joe Gibbs Racing, pilotata da Denny Hamlin e gestita nel ruolo di crew-chief dal neo arrivato Darian Grubb, scopriamo quanto lavoro si cela dietro un pit stop di una gara NASCAR, nonché come si svolge la settimana lavorativa di un team di vertice come il JGR.

La crew della Camry #11 è una delle più quotate di tutta la NASCAR, ed ha vinto negli ultimi due anni lo Sprint Pit Crew Challenge, competizione riservata alle squadre che si tiene in occasione dell’All-Star Race.

Read moreNASCAR – Intervista esclusiva con Scott Wood, gasman della Toyota Camry #11 di Denny Hamlin

Le prime immagini della Vantage Gte del team Aston Martin Racing

Dopo un 2011 caratterizzato dalle disastrose prestazioni della amr-one, il team Aston Martin Racing riparte dalla categoria Gte con una nuova evoluzione della Vantage V8. Durante i mesi invernali il team gestito da David Richards ha lavorato alacremente per portare l’auto alla pari con le rivali Ferrari, Porsche e Corvette. Le novità riguardano il peso, …

Read moreLe prime immagini della Vantage Gte del team Aston Martin Racing

F1 ED INDYCAR…ANCHE L’OCCHIO VUOLE LA SUA PARTE

Crisi,mancanza di sponsor, di talenti, piloti paganti, piste ridicole,poco pubblico…e vetture brutte! Almeno questo male nel motorsport possiamo evitarcelo? Direi di si…

Se ne sta accorgendo anche chi fa le regole per fortuna. Fermo restando la sicurezza che deve venire prima di tutto, ma le vetture di F1 ed Indycar, regine delle ruote scoperte, sono veramente brutte da guardare. Una con lo scalino sul muso tipo lego ed alettoni sproporzionati…l’altra che sembra un panzer tedesco della seconda guerra mondiale. I team di F1 se ne sono accorti e sembra che la FIA per il prossimo anno corra ai ripari ed anzi potrebbe nascere una commissione che andrebbe a studiare le future forme delle monoposto come scritto da autosport questa settimana. Certo McLaren dimostra che lo scalino si poteva evitare, ma c’era da immaginarsi che lo avremmo visto sul 99% delle monoposto, e con la computer grafica si potevano anche fare delle prove sulle forme future. Sembrano lontanissimi i tempi in cui le vetture trasmettevano velocità solo a guardarle, con al loro aerodinamica pronta a trafiggere l’aria…Per fortuna possiamo rifarci gli occhi con l’endurance…

Confronto tra indycar

Read moreF1 ED INDYCAR…ANCHE L’OCCHIO VUOLE LA SUA PARTE