AutoGP – Campana e Karthikeyan trionfano al Mugello

Gara 1

Sergio Campana (Ibiza Racing Team) conquista la vittoria al termine di gara-1 al Mugello, teatro del quinto round della stagione 2013 dell’Auto GP. Il modenese con i 25 punti della prima posizione si porta al comando della classifica generale del campionato anche grazie all’uscita di scena alla prima curva di Kimiya Sato (Euronova Racing) ormai ex leader della graduatoria. Il giapponese è stato infatti urtato da Christian Klien alla San Donato, e finendo in testacoda ha colpito la vettura di Michele La Rosa (MLR71). Per rimuovere le due auto incidentate la direzione gara ha dovuto chiamare in pista la safety-car, che ha congelato le posizioni per quattro tornate. Da segnalare che sulla griglia di partenza mancavano il poleman Narain Karthikeyan (Super Nova International), entrato in pit-lane per risolvere un problema al motore, e Daniel De Jong (MP Motorsport) fermatosi nel primo settore durante il giro di schieramento.

Alla ripartenza, in vetta si è così trovato Vittorio Ghirelli (Super Nova International) seguito da Kevin Giovesi (Ghinzani Motorsport). Entrambi però sono arrivati lunghi alla prima staccata finendo in ghiaia e lasciando via libera a Meindert van Buuren (MP Motorsport) e a Campana. Poco dopo è arrivato poi il ritiro di Francesco Dracone (Ibiza Racing Team) in un contatto con Robert Visoiu (Ghinzani Motorsport) mentre, in terza posizione, Andrea Roda (Virtuosi UK) ha dovuto cedere il passo a Giovesi e Karthikeyan dopo il pit-stop. Sotto la bandiera a scacchi è quindi transita davanti a tutti van Buuren prima di essere penalizzato di 25 secondi per aver oltrepassato la linea bianca in uscita dai box. In un ultimo colpo di scena Campana, seguito sul podio da Giovesi, autore anche del giro veloce, e da Karthikeyan, ha potuto così festeggiare un prezioso successo.

Ottima quarta posizione per Roda, autore di una prova consistente ed intelligente che gli ha regalato il miglior risultato in Auto GP. Quinta piazza per Tamas Pal Kiss (Zele Racing), davanti a Ghirelli che nel finale ha accusato qualche problema al motore risolto solo all’ultimo giro. Yoshitaka Kuroda si è ritrovato ad essere l’unico superstite di Euronova Racing settimo, davanti a Klien, che partirà così dalla pole position di gara-2 nella corsa di domani mattina.

 

Gara 2

Narain Karthikeyan (Super Nova International) conquista la vittoria al termine di gara-2, atto conclusivo del quinto round della stagione Auto GP 2013 al Mugello. Il pilota indiano ex-Formula 1 messo a segno una grande rimonta dalla terza fila, da cui partiva per l’inversione di posizioni prevista dal regolamento rispetto ai risultati di gara-1. Secondo si è piazzato il suo compagno di squadra, Vittorio Ghirelli (Super Nova International). Il romano, parte del programma giovani della CSAI, ha regalato così alla squadra di David Sears una doppietta che mantiene i britannici leader della classifica per team con 210 punti. Il terzo gradino del podio, che ha visto i piloti Auto GP premiati dal direttore di Autosprint Alberto Sabbatini, è andato a Kimiya Sato (Euronova Racing) che si è così riportato in vetta alla classifica del campionato a pari punti con Sergio Campana.

Il pilota dell’Ibiza Racing team, vincitore ieri di gara-1, è stato più sfortunato oggi, restando bloccato da un problema al pit-stop. Alle spalle dell’ungherese Tamas Pal Kiss (Zele Racing), quarto, si è classificato Kevin Giovesi. Il pilota lombardo del Ghinzani Motorsport, transitato per primo sotto la bandiera a scacchi, è stato penalizzato di 25 secondi per aver oltrepassato i limiti della pista nelle fasi iniziali. Sesto posto per Meindert van Buuren (MP Motorsport). L’olandese, a sua volta retrocesso nella giornata di ieri dopo aver preso la bandiera a scacchi davanti a tutti, ha rimontato dalla quinta fila. Alle sue spalle ha completato la corsa il compagno di colori Daniel De Jong, protagonista in GP2, anch’egli in recupero dall’ultima piazzola in griglia.

Ottavo si è piazzato Yoshitaka Kuroda (Euronova Racing) scivolato, insieme a Christian Klien (Zele Racing), dalla prima fila alle ultime posizioni della zona punti. L’austriaco ha pagato un eccesso di cautela nello scaldare gli pneumatici nel giro di formazione, e allo spegnersi dei semafori la sua vettura non ha avuto il grip necessario per scaricare a terra tutta la potenza dei 550 cavalli del motore Zytek. Chiude la top-10 Andrea Roda, per la seconda volta consecutiva in zona punti. L’alfiere di Virtuosi UK ha così archiviato la delusione che lo aveva visto protagonista a Silverstone.

[divider]

[button color=”red” size=”medium” link=”http://www.autogp.net/cms/DocRisultati/RACE%201%20-%20Classifica%20gara.pdf” ]Classifica Gara 1[/button]

[button color=”green” size=”medium” link=”http://www.autogp.net/cms/DocRisultati/RACE%202%20-%20Classifica%20gara.pdf” ]Classifica Gara 2[/button]

AutoGp Press

 

[follow id=”Papix27″ size=”large” count=”true” ]