AutoGP, Imola: Michela Cerruti trionfa in gara 2, Sato sempre più vicino al titolo

10351818_10152284597136130_5058230731770574297_n

Imola, gara 1: Kimiya Sato (Euronova) vince ed estende la leadership di campionato

Un rientro di successo quello di Kimiya Sato (Euronova) in Auto GP che ha conquistato la vittoria al termine di gara-1 sul tracciato di Imola. Il giapponese, scattato dalla seconda piazzola in griglia, ha approfittato nel corso del primo giro del ritiro per un problema tecnico di Markus Pommer (Super Nova) per involarsi solitario al comando della corsa. In seconda posizione ha concluso un regolare Kevin GIovesi (FMS) che ha preceduto sul podio il connazionale Andrea Roda (Virtuosi UK). Il comasco ha conquistato la terza posizione sopravanzando il compagno norvegese Pal Varhaug alle Acque Minerali, anch’egli al rientro in Auto GP dopo aver conquistato il titolo di vice-campione nel 2012.

Bella gara di Michela Cerruti (Super Nova). Dopo essere rimasta bloccata nel traffico nei primi giri, la pilota lombarda ha tenuto un ritmo pari solo a quello di Sato andando a recuperare dodici secondi, chiudendo in scia a Varhaug in quinta posizione. Nonostante il ritiro di Pommer, in Super Nova c’è ottimismo per il sesto posto di Francesco Dracone, che per tutta la gara ha battagliato con lo svizzero Christof von Grunigen. Conclude la corsa ottavo Giuseppe Cipriani (Ibiza Racing), che prenderà il via di gara-2 dalla pole position grazie all’inversione prevista da regolamento. Chiudono la zona punti Tamas Pal Kiss (Zele Racing) rallentato da un problema al pit-stop, e Vittorio Ghirelli (FMS) che ha dovuto fare un pit-stop supplementare. Al traguardo anche Salvatore De Plano (Euronova) alla sua prima apparizione nel campionato.

Classifica Gara 1

 

Imola, gara 2: storica prima vittoria di Michela Cerruti (Super Nova)

Uno storico risultato quello ottenuto dall’Auto GP sul circuito di Imola, che ha visto Michela Cerruti conquistare la sua prima vittoria nella serie organizzata da Enzo Coloni. La ventiseienne pilota lombarda di Super Nova ha infatti ottenuto non solo il suo primo successo in monoposto, ma regalato al gentil sesso la prima affermazione nel mondo delle competizioni a ruote scoperte nell’ultimo lustro. Michela, partita bene dalla quarta posizione si è messa all’inseguimento di Giuseppe Cipriani (Ibiza Racing) e Francesco Dracone (Super Nova), approfittando di un lento avvio di gara di Christof von Grunigen, scivolato a fondo gruppo. Nel corso del terzo passaggio, Michela si è portata all’attacco del compagno Dracone, conquistando il secondo posto. Pochi metri più avanti, al Tamburello, Cipriani finendo in testacoda regala la leadership alla pilota lombarda che si invola così solitaria verso il suo primo successo.

Ottimo secondo posto per Kevin Giovesi (FMS) che nella quarta tornata ha sopravanzato Dracone seguendo la Cerruti. Per lui punti molto importanti perché in campionato finisce secondo al pari di Markus Pommer (Super Nova), sopravanzando Tamas Pal Kiss (Zele Racing). Chiude il podio il rientrante Pal Varhaug (Virtuosi UK) che corona così con una coppa il ritorno in Auto GP, campionato che concluse al secondo posto nel 2012. Con la quinta piazza Kimiya Sato (Euronova) consolida la propria leadership in campionato, consapevole del fatto che perderà la prossima gara di Zeltweg per la concomitanza con la GP2 in Germania. Un problema ad uno scarico ha invece rallentato la corsa di Andrea Roda (Virtuosi UK), giunto nono, a sandwich tra le vetture Zele. Chiude la zona punti Francesco Dracone (Super Nova).

Classifica Gara 2

 

AutoGP Press