A Donington Vittorio Ghirelli conquista il titolo U21, vittoria di Karthikeyan in gara 2

Vittorio Ghirelli (Super Nova International) è il primo campione della stagione Auto GP 2013. Conquistando la vittoria della prima corsa in programma a Donington, il romano ha incamerato i punti necessari per centrare il titolo della Under 21 anche se ora, grazie al gran risultato centrato nel Regno Unito, nel suo mirino è entrato anche il primato assoluto. Narain Karthikeyan (Super Nova International) si è aggiudicato una bella vittoria a Donington al termine della seconda gara disputata dall’Auto GP sul circuito delle East Midlands. L’indiano, che non tornava a Donington dai tempi della Formula 3 nel 2000, tredici stagioni fa, ha mostrato di non aver perso lo smalto, risultando il miglior pilota del fine settimana d’oltremanica.

Gara 1

Con il successo in gara 1, Ghirelli è infatti balzato in testa alla graduatoria con nove lunghezze di vantaggio sul principale inseguitore. Sul secondo gradino del podio al termine di gara 1 è salito invece il poleman della gara, Narain Karthikeyan (Super Nova International) che ha preceduto l’italiano Kevin Giovesi (Ghinzani Motorsport). Fino alla sosta ai box, il portacolori Ghinzani era in scia a Ghirelli, ma un problema di avvitamento alla gomma anteriore sinistra lo ha costretto a perdere tempo prezioso. Comunque, la squadra dell’ex-pilota di Formula 1 ha festeggiato un buon risultato complessivo, con il quarto posto di Robert Visoiu che già nelle prove libere si era dimostrato estremamente competitivo. È mancato invece Kimiya Sato. Il giapponese di Euronova Racing aveva azzeccato la strategia, anticipando il pit-stop e approfittando della pista libera tanto da registrare il miglior tempo in gara (1’17”707). Nel corso della diciannovesima tornata, il giapponese si è però girato, terminando la propria gara in ghiaia. Ad approfittarne, anche Sergio Campana (Ibiza Racing Team) in grado di recuperargli ben dieci lunghezze in campionato accorciando ancor di più il terzetto al comando. Sesto Daniel De Jong (MP Motorsport), protagonista di un lungo confronto con Tamas Pal Kiss (Ibiza Racing Team). Grazie all’ottava piazza Meindert Van Buuren (MP Motorsport) si è aggiudicato la pole position per la corsa di questo pomeriggio. Da segnalare anche l’ingresso in zona punti di Andrea Roda (Virtuosi UK) e Yoshitaka Kuroda (Euronova Racing). Ha dovuto prendere il via dalla pit-lane per un problema tecnico Roberto La Rocca (Comtec by Virtuosi).

Classifica

Gara 2

Con una strategia molto anticipata del cambio gomme, che gli ha permesso di registrare anche il giro veloce della corsa, Karthikeyan è riuscito a sopravanzare Meindert Van Buuren (MP Motorsport) che partiva dalla pole position. L’olandese, protagonista di una gara regolare, è comunque andato a conquistare il suo primo podio stagionale mentre Kevin Giovesi (Ghinzani Motorsport) ha concluso ancora terzo, replicando il risultato di gara 1. Buona rimonta di Vittorio Ghirelli (Super Nova International). Il romano, partito dalla quarta fila per l’inversione della griglia rispetto ai risultati della prima corsa, ha accusato un problema alla seconda marcia verso metà gara che, pur risolto, ne ha rallentato il ritmo. Alla fine, è comunque riuscito a recuperare punti in campionato sugli avversari e mantenere la leadership. Alle sue spalle infatti hanno concluso sia Kimiya Sato (Euronova Racing) che Sergio Campana (Ibiza Racing Team), rispettivamente quinto e sesto. Il modenese ha ritardato molto il cambio gomme, e al suo rientro in pista si è trovato a stretto contatto con Van Buuren, finendo fuori pista nel tentativo di sorpassarlo. Positiva la prestazione di Roberto La Rocca (Comtec by Virtuosi) che ha rimontato sino al settimo posto dopo essere partito dal fondo dello schieramento. Hanno chiuso la zona punti Tamas Pal Kiss (Ibiza Racing Team), Yoshitaka Kuroda (Eurova Racing) e Max Snegirev (Virtuosi UK).

Classifica

[divider scroll_text”]

Classifica Piloti e Team

 

AutoGp press – Photo4