Dirt Racing: Flag-to-flag di Schatz a Knoxville, nove i successi in dieci anni

150816knoxville_01

Donny Schatz continua il suo dominio ai Nationals di Knoxville, Iowa cogliendo la nona vittoria durante la 55esima edizione della gara dirt più importante del panorama statunitense Sabato scorso al Knoxville Raceway, Iowa.

Il pilota del Tony Stewart Racing è partito dalla pole position ed ha letteralmente dominato la finale comandando dall’inizio alla fine tutti i 50 giri in programma, portando a 23 le vittorie stagionali e 195 quelle in carriera. Tutti i nove successi di Schatz sono arrivati negli ultimi dieci anni, facendo del pilota di Fargo, North Dakota il pilota più vincente di sempre a Knoxville.

Durante la celebrazione Schatz a stento a trattenuto le lacrime per quella che lui ha definito la vittoria più bella a Knoxville, in una edizione meno ‘scontata’ rispetto le altre volte. “E’ passata veloce e devi cerca di godertela” ha detto ai microfoni con voce spezzata dall’emozione. “Ma devo concentrarmi il più possibile, Martedì (ieri, ndr) c’è un altra gara” ha detto il sei volte campione della World of Outlaws Sprint Cars Series.

Tony Stewart ha raggiunto Schatz dopo aver disputato le prove libere della NASCAR a Michigan ed ha avuto modo di festeggiare insieme al suo pupillo un traguardo storico anche per il suo team.

cDSC_2626

Questa volta per Schatz non si è trattato di una passeggiata. Anche se la classifica finale di parla di una gara passata interamente al comando, il pilota marchiato Chevrolet ha dovuto difendersi dagli attacchi di Kerry Madsen, minaccioso sin dalle prime battute. Con una pista che pian piano andava deteriorandosi all’interno, Schatz ha scelto la outside-line, affidandosi alla sua classe ed esperienza.

“Sapevamo che all’interno dopo pochi giri sarebbe stato impossibile passare, così dopo poco ho preferito girare all’esterno, anche se la cosa non è affatto facile. Correre sul cushion è estremamente complicato, ma se non si commettono errori si guadagna molta velocità in curva ed io ho fatto del mio meglio per non commettere errori”. E Schatz di errori non ne ha commessi.

Alla pausa tecnica del 25esimo giro, il Tony Stewart Racing è intervenuto sulla macchina di Schatz con delle modifiche vincenti, che hanno permesso al loro pilota di mantenere saldamente il comando dopo il restart fino alla bandiera a scacchi. Madsen ha condotto un ottima gara, ma neanche la caution al 40esimo giro per un cappottamento di McMahan ha permesso all’australiano di portare l’attacco vincente al nove-volte campione. Terzo posto finale Brad Sweet, in lotta sia con Madsen che con Danny Lasoski durante la caccia a Schatz.

Trevor Canales è salito per uno start and park sulla macchina di Rico Abreu impegnato nella gara NASCAR K&N Pro Series al Motordrome Speedway di Smithton, Pa. dove è arrivato secondo.

Grazie all’aiuto del pubblico sulle tribune sono stati raccolti 9,400 dollari per aiutare Kevin Swindell, infortunato gravemente in un incidente durate la heat race di Giovedì.

 

Classifica della finale

A Main (50 Laps) -1. Donny Schatz (1) ($150,000); 2. Kerry Madsen (2); 3. Brad Sweet (5); 4. Shane Stewart (12); 5. Joey Saldana (4); 6. Brian Brown (14); 7. Daryn Pittman (15); 8. Danny Lasoski (6); 9. Lucas Wolfe (13); 10. Greg Hodnett (23); 11. Terry McCarl (8); 12. Bryan Clauson (16); 13. David Gravel (3); 14. Sheldon Haudenschild (10); 15. Danny Dietrich (17); 16. Cody Darrah (22); 17. Brent Marks (18); 18. Dale Blaney (11); 19. Sammy Swindell (21); 20. Billy Alley (19); 21. Paul McMahan (7); 22. Jason Johnson (9); 23. Lynton Jeffrey (24); 24. Wayne Johnson (20); 25. Trevor Canales (25)

 

Roberto Del Papa – @papix27