This week in dirt: Madsen dall’Australia con furore, Bell domina nel POWRi, Bruce Jr.vince al Devil’s

DSC_0787

Dirt, dirt e ancora dirt sulle pagine virtuali di MotorsportRants! Questa settimana azione a non finire per i funamboli delle corse più sporche d’America a partire dalla World of Outlaws, curata dall’immancabile Gian Luca Guiglia che ci riassume il week-end di Stockton vinto da Madsen. In Oklahoma è andata in scena la POWRi, la più importante serie per midget negli states ed in Texas è andata in scena la ASCS. Infine con Federico Floccari andremo a scoprire chi ha vinto la Indiana Icebreaker edizione 2014. Caschi ben allacciati stiamo per partire!

Kerry Madsen brucia Donny Schatz all’ultimo giro a Stockton

DSC_9640-Tulare-3-14-14

E’ bastato un giro in testa a Kerry Madsen, un fantastico colpo ben assestato all’ultima curva dell’ultima tornata, per soffiare a Donny Schatz l’FVP Western Spring Shootout a Stockton, California davanti a un pubblico in visibilio. L’australiano l’ha spuntata per poco più di un decimo gettandosi all’interno in curva 3 mentre il cinque volte campione della categoria se la vedeva con alcuni doppiati e ha messo in bacheca la sua prima vittoria stagionale nella World Of Outlaws Sprint Car Series.

Avrei fatto qualche doughnut, ma non sapevo nemmeno che la gara era finita,” ha detto un Madsen letteralmente al settimo cielo. “E’ stata una di quelle gare in cui penso abbia pagato essere alle spalle del leader, perché ho trovato la linea giusta e sono stato paziente.”

Schatz aveva a sua volta passato Joey Saldana – in testa per la maggior parte dei 30 giri di gara – a un paio di tornate dalla bandiera a scacchi, dopo che il pilota di Brownsburg, Indiana, aveva sfruttato un restart per scavalcare il poleman Bud Keading. La bandiera gialla all’origine di quella ripartenza era scaturita da un contatto tra il campione 2013 Daryn Pittman, il compagno di team Brad Sweet e Paul McMahan.

McMahan se l’è cavata con un undicesimo posto nonostante il testacoda e mantiene la leadership in una classifica che vede i primi cinque piloti racchiusi in 30 punti. Donny Schatz è secondo a sei lunghezze, per lo più dovute alle migliori prestazioni del rivale in qualifica, e precede Daryn Pittman, Kerry Madsen e Steve Kinser.

Il tour californiano degli Outlaws continua venerdì e sabato con due ovali da un quarto di miglio, il Mercedes Speedway e il Silver Dollar Speedway. Sammy Swindell ha dominato le tre gare fin qui disputate a Mercedes e potrebbe diventare l’ottavo vincitore della stagione, mentre il leader della classifica Paul McMahan cercherà di vincere per la seconda volta consecuitva la Mini Gold Cup sul tracciato di Chico.

Stay Tuned!

A-Main – (30 Laps) – 1. 29-Kerry Madsen [4] [$10,000]; 2. 15-Donny Schatz [8] [$5,500]; 3. 71M-Joey Saldana [2] [$3,200]; 4. 21M-Jason Meyers [5] [$2,800]; 5. O-Bud Kaeding [1] [$2,500]; 6. 83-Tim Kaeding [19] [$2,300]; 7. 11-Steve Kinser [15] [$2,200]; 8. 9-Daryn Pittman [13] [$2,100]; 9. 88-Terry McCarl [9] [$2,050]; 10. 83JR-Kyle Hirst [20] [$2,000]; 11. 51-Paul McMahan [11] [$1,500]; 12. 3C-Jonathan Allard [7] [$1,200]; 13. 7S-Jason Sides [6] [$1,100]; 14. 88N-DJ Netto [10] [$1,050]; 15. 55-Trey Starks [18] [$1,000]; 16. 121-Shane Golobic [21] [$900]; 17. 11K-Kraig Kinser [24] [$800]; 18. 21-Brian Brown [16] [$800]; 19. 4-Cody Darrah [22] [$800]; 20. 49-Brad Sweet [12] [$800]; 21. 1-Sammy Swindell [14] [$800]; 22. 1S-Logan Schuchart [23] [$800]; 23. 33E-Evan Suggs [17] [$800]; 24. 24-Rico Abreu [3] [$800]. Lap Leaders: Joey Saldana 1-6, 14-27; Donny Schatz 7-13, 28-29; Kerry Madsen 30. KSE Hard Charger Award: 83-Tim Kaeding [+13]

Gli highlights

 

Tutto facile per Chris Bell nella opener del POWRi

sendbinaryCrhistopher Bell apre nel migliori dei modi il suo 2014 nella POWRi Lucas Oil Midget Series vincendo entrambi le finali della season opener disputatasi sul 1/8 di miglio del Port City Raceway di Tulsa, Oklahoma. La prima delle due notti ha visto un ritardo di tre ore rispetto la tabella di marci per via della pioggia, ma una volta cessata le ostilità hanno avuto inizio.

Nella finale del venerdì Bell ha battagliato a lungo con Brady Bacon. Il primo usando abilmente la linea alta ed il secondo rimanendo fedele alla inside line. Bell ha potuto evitare meglio di Bacon il traffico dei doppiati ed una volta costruito un esiguo ma pur sempre rassicurante gap su Bacon ha potuto facilmente conquistare la prima finale di stagione.

POWRi Lucas Oil National Midget Series feature results (40 laps): 1. Chris Bell, 2. Tyler Thomas, 3. Justin Peck, 4. Brian McClellad, 5. Zach Daum, 6. Cody Brewer, 7. Alex Sewell, 8. Daniel Robinson, 9. Parker Price-Miller, 10. Tanner Thorson, 11. Austin Brown, 12. Darren Hagen, 13. Jonathan Beason, 14. Jacob Patton, 15. Seth Motsinger, 16. Chris Andrews, 17. Jason McDougal, 18. Brady Bacon, 19. Matt Sherrell, 20. Danny Smith, 21. Chett Gehrke, 22. JD Black.

Al sabato si è ripetuto lo stesso copione, con il pilota di Keith Kunz che nelle prime battute è riuscito ad avere la meglio del leader Chris Andrews per poi rimanere praticamente da solo fino al traguardo. Brady Bacon ha chiuso al terzo posto dietro il buon Tanner Thorson confermando l’ottimo stato di forma. Quarto posto per il campione 2013 Zach Daum che ha avuto la meglio su due special guests come Daryn Pittman e Rico Abreu, protagonisti nella World of Outlaws.

POWRi Lucas Oil National Midget Series feature results (40 laps): 1. Chris Bell, 2. Tanner Thorson, 3. Brady Bacon, 4. Zach Daum, 5. Daryn Pittman, 6. Rico Abreu, 7. Chris Andrews, 8. Matt Sherrell, 9. Colten Cottle, 10. Tyler Thomas, 11. Alex Sewell, 12. Spencer Bayston, 13. Darren Hagen, 14. Jonathan Beason, 15. Ty Hulsey, 16. Cody Wood, 17. Daniel Robinson, 18. Justin Peck, 19. Parker Price-Miller, 20. Jacob Patton, 21. Cody Brewer, 22. Austin Brown.

 

Bruce Jr. trionfa al Devil’s Bowl in una Spring Nationals a metà

tony-bruce-jr-devils-bowl-ascs

Aggiudicandosi la A-Main di venerdì Tony Bruce Jr. è il primo vincitore della ASCS Lone Star region che si è aperta al Devil’s Bowl Speedway in occasione della 41esima edizione degli Spring Nationals, corsi a metà. Sabato è arrivata la pioggia a rovinare tutto e a far decidere per una posticipazione di una settimana, costringendo 49 piloti venuti da ben 13 stati a far le valigie e tornare a casa. Per il pilota del Kanans è la seconda affermazione al Devil’s dopo il 2008.

Nella finale di 25 giri Bruce Jr. è scattato bene dalla pole guadagnando la leadership su Matt Covington, che si è dovuto difendere dagli attacchi di Kevin Swindell anche nel traffico dei doppiati, fino alla prima caution. Da li in poi il quattro volte vincitore del Chili Bowl non è riuscito a superare il pilota del T&L Foundry. Anche Christopher Bell è riuscito ad entrare in finale ed ha chiuso al quarto posto, balzando in testa al campionato ASCS National Tour grazie anche all’assenza di Rico Abreu impegnato nella World of Outlaws.

Week-end agrodolce per i due volti noti di MotorsportRants.com, Blake Hahn e Harli White: il primo è riuscito ad entrare in finale (3° in B-Main) ed ha chiuso in quindicesima piazza, mentre la White non è andata oltre la semifinale chiusa all’ottavo posto, anche con qualche azzardo di troppo (vedi video). Va anche detto che Harli correva con un motore vecchio, in attesa di quello nuovo che è stato completato pochi giorni fa.

A Feature Finish (25 Laps): 1. 18-Tony Bruce Jr[1]; 2. 95-Matt Covington[2]; 3. 82-Kevin Swindell[4]; 4. 31B-Christopher Bell[7]; 5. 74B-John Carney II[5]; 6. 15H-Sam Hafertepe Jr[8]; 7. 23-Seth Bergman[3]; 8. W20-Greg Wilson[10]; 9. 87-Aaron Reutzel[18]; 10. 94-Jeff Swindell[13]; 11. 4-Jon Agan[11]; 12. 28-Channin Tankersley[22]; 13. 45X-Johnny Herrera[23]; 14. 05-Brad Loyet[17]; 15. 17-Blake Hahn[21]; 16. 41-Jason Johnson[9]; 17. 29$-Russ Hall[15]; 18. 17X-Josh Baughman[14]; 19. 29-Brandon Hahn[24]; 20. 14-Michael Lang[20]; 21. (DNF) 1-Sean McClelland[6]; 22. (DNF) 7M-Kevin Ramey[12]; 23. (DNF) 1J-Danny Jennings[19]; DNS 48-Jake Martens

Lap Leader(s): Tony Bruce, Jr. 1-25
KSE Hard Charger: Channin Tankersley – +10
Hawk Performance Fastest Lap: Aaron Reutzel – 15.323
CSI Rebound: James Mosher
Provisional(s): Johnny Herrera (P1), Brandon Hahn (P1)

 

Don O’Neal si aggiudica l’Indiana Icebreaker nella Dirt Late Model Series

532f9c1e1e468.image

Don O’Neal ha conquistato la sua quinta vittoria in carriera all’Indiana Icebreaker imponendosi al Brownstown Speedway. E’ stato letteralmente un trionfo per il pilota del Clint Bowyer Racing che ha così raggiunto quota 34 vittorie in carriera nella Lucas Oil Late Model Dirt Series e la 54esima Brownstown Speedway, un record. O’Neal ha preso la leadership della corsa al giro 11 dei 50 previsti e ha marciato indisturbato per tutto il resto della gara. Eddi Carrier Jr. ha concluso secondo seguito da Steve Francis, Scott Bloomquist e Kent Robinson. La gara, sorprendetemente, non ha visto nessun’incidente e nessuna bandiera gialla. Dopo 11 appuntamenti dei 49 previsti in calendario, O’Neal è al comando della classifica generale con 25 punti di vantaggio su Earl Pearson Jr e 30 su Steve Francis.

 

Quindicenne muore qualificandosi per la sua prima gara

DOUBLE-niokoa-johnson-ocala-032414

Tragedia al Bubba Raceway Park di Ocala, Florida lo scorso sabato notte. La quindicenne Niokoa Johnson è morta in seguito all’impatto contro il muro esterno avvenuto mentre cercava di qualificarsi alla sua prima gara a bordo di una Nissan Sentra. Trovata priva di coscienza dai soccorritori è stata trasportata al UF Health Shands Hospital di Gainesville, Fla. dove domenica pomeriggio ha però perso la sua gara per la vita. La redazione di MotorsportRants si unisce al dolore della famiglia Johnson per la perdita di Niokoa.

Al prossimo appuntamento, don’t miss the action!

Redazione