6h Roma 2016, 4a ora: Entra la safety car, la Ligier detta il ritmo

dsc_0108-1web

Alla quarta ora della XXVI 6 ore di Roma continua il dominio, prevedibile, della Ligier JSP3 LMP3 della Eurointernational, che poco prima dell’ingresso della quinta ora di gara si è fermata ai box dove ha fatto il suo ingresso in abitacolo Davide Uboldi, terzo pilota chiamato dal team italo-americano.

Il ritmo della Ligier è insostenibile per gli altri, dominio che si denota anche dal miglior giro in gara ottenuto da Mondini che ha fermato le lancette dei cronometri sull’1’31″387, nettamente migliore del 1’32″781 messo a segno dall’equipaggio AF Corse che sulla 488 GT3 del cavallino rampante ha di nuovo piazzato Giancarlo Fisichella, chiamato a rispondere agli attacchi di Nathanael Berthon sulla Lambo Huracan GT3 della Lazarus, la quale semrba aver consolidato la sua presenza sul podio dopo la debacle della RS01 di casa Oregon.

dsc_0103-1web

Al quarto posto troviamo la Tatuus YP012 della Bi&Bi, vincitrice matematicamente della gara nella gara, ossia la 3h Endurance Champions Cup di cui questa sei ore romana fa parte come ultimo round di campionato.

Poco prima dello scadere della quarta ora colpo di scena, alla curva Roma esce di pista della Wolf n.99 di Emotion e safety car in pista il che potrebbe rimescolare le carte in tavola per il secondo posto preso atto che la Ligier di questo passo è destinata a vincere in solitaria.

Top 5 dopo 4 Ore

  1. Ligier JSP3 LMP3 – Eurointernational
  2. Ferrari 488 GT3 – AF Corse + 2 giri
  3. Lamborghini Huracan GT3 – Lazarus – + 2 giri
  4. Tatuus PY012 – Bi&Bi – + 3 giri
  5. Porsche 997 GT3R – Autorlando + 6 giri

 

Roberto Del Papa – @papix27

ph. Mirko Mannocchi