Francesco Sini fa il punto della situazione prima del Mugello

2315 04 278

Il campionato italiano GT si appresta a sbarcare questo fine settimana al Mugello con il suo carico di ben 39 GT in gara per il quarto round della serie tricolore che vede al momento Giovanni Berton e Nicolò Schirò leader in campionato.

Francesco Sini, che divide con Marcello Puglisi la nera Corvette #22 della Solaris Motorsport, fa il punto della situazione su un’inizio di stagione forse più duro del previsto, ma che in ogni caso ha regalato al pilota abruzzese già qualche – piccola – soddisfazione.

Francesco, come valuti questo inizio di stagione?
E’ stato piuttosto complicato, ma era prevedibile. Per noi il mondo delle GT era un universo completamente nuovo e dunque abbiamo avuto bisogno, soprattutto all’inizio, di un piccolo periodo di adattamento. Con la dovuta esperienza, già da Monza e poi a Imola abbiamo ritrovato la strada giusta per la competitività e ora possiamo lottare costantemente per il podio. Sapevamo che non sarebbe stato facile e il livello molto alto del Campionato Italiano GT ha contribuito a rendere più difficile il nostro apprendistato.

Dopo questa prima fase di rodaggio, qual è l’obiettivo di stagione?
Sicuramente voglio cogliere con la Solaris Motorsport almeno un successo prima della fine del campionato. A Monza ci siamo andati molto vicini ed anche a Imola non era un obiettivo poi così impossibile. A Notaresco i ragazzi della squadra stanno lavorando sodo per dare a me e a Marcello una vettura sempre competitiva.

Negli ultimi anni hai sempre corso ‘da solo’, cosa cambia ora che devi dividere l’abitacolo con un altro pilota?
Correre in coppia è più difficile perché devi adattare un po’ le tue richieste di setup a quelle del tuo compagno. E’ un modo diverso di impostare il lavoro del weekend, devi entrare nell’ordine di idee della condivisione. Anche in pista, ad esempio, non puoi strapazzare la vettura perchè la dovrai lasciare al tuo compagno. Bisogna imparare a trovare la giusta via di mezzo, però è affascinante e stimolante potersi confrontare ed entrare in sintonia con il tuo compagno. Diventa ancora di più un gioco di squadra.

Non sei propriamente un novizio del mondo endurance, hai già avuto modo di correre e vincere con le sport-prototipo in passato, quanta di quella esperienza ti torna utile ora con le GT?
Sicuramente sono stati anni importanti che mi hanno formato e mi hanno aiutato nel corso della mia carriera. Ho imparato a gestire la vettura durante gare lunghe come quelle del Campionato Italiano GT. Quell’esperienza mi ha garantito un’ottima infarinatura di base, anche se ovviamente a livello di guida le sport-prototipo sono decisamente diverse, quasi l’opposto, rispetto alle vetture Gran Turismo.

DSC_0393Una griglia con 40 auto contemporaneamente in pista è uno spettacolo unico per il pubblico, ma quali difficoltà comporta al pilota?
E’ uno show formidabile…se sei sulle tribune! Il problema maggiore per noi piloti è il traffico, sopratutto in qualifica è difficile riuscire a trovare un giro completamente pulito. In gara, poi, bisogna districarsi ugualmente bene nel traffico e nei doppiaggi e una griglia così numerosa rende ancora più ardue ma spettacolari le rimonte. Ma sopratutto, avere così tante auto permette di avere tanti piloti di alto livello in pista!

Ora si va a correre al Mugello, cosa ci dobbiamo aspettare?
Voglio e desidero conquistare almeno il podio. Non sarà facile, gli avversari sono tanti e forti ma noi abbiamo dimostrato di poter dire la nostra. Marcello ha accumulato la giusta esperienza ad Imola ed al Mugello sarà un avversario temibile per tutti. La pista dovrebbe essere abbastanza favorevole alla potenza della Corvette, a noi piloti non resta che dare gas e fare un weekend perfetto. Se ci riusciremo, i risultati verranno da se!

Il round del Mugello sarà visibile in diretta streaming sul sito del campionato italiano GT sabato 11 alle 17.50 e domenica 12 alle 11.05. In TV è per ora confermata la presenza della serie su Rai Sport 2 (canale 58 del digitale terrestre e 228 della piattaforma SKY): Gara 1 in differita il sabato alle 23, mentre la domenica la diretta partirà alle 11.

In attesa del via delle ostilità, vi lasciano l’on board camera del giro che è valso a Francesco Sini il quinto tempo delle qualifiche 2 della tappa di Imola!