“Il Ringhio di Sini” – Slovakiaring: che weekend!

Ciao a tutti,

eccomi di ritorno dallo Slovakia Ring….che weekend!
E quando dico che weekend purtroppo intendo in senso negativo, doveva essere l’inizio di una riscossa e invece sabato mattina c’è stato un bell’abbraccio a un guardrail!
Oh, è duro eh!!Di brutto!

Lunedi mentre tornavo a casa riflettevo sul fatto che era tanto che non facevo incidenti e nel giro di tre settimane ho fatto proprio due bei botti: se in quello di Brno ero incolpevole, qui invece tutto è nato da un mio errore mentre stavo spingendo per trovare il giusto ritmo nelle prove libere.

Il giro dopo sarei rientrato ai box a montare le gomme nuove, ero dietro alla Porsche di Giovanardi, ho imboccato il lungo curvone che si percorre quasi in pieno a oltre 220 km/h e mi è scappato il posteriore; ho tentato di tutto per riprenderla, ma la Camaro ha puntato con decisione verso il guardrail interno e l’impatto è stato inevitabile. Che botta!! Penso la più cruenta da quando corro, per nulla simpatica!

Da subito mi sono accorto che i danni erano davvero tanti e che si rischiava di non riuscire a mettere in sesto la macchina per il giorno dopo; dopo un’attenta analisi purtroppo i miei timori sono stati confermati e siamo stati costretti ad alzare bandiera bianca.

A quel punto ci siamo trovati di fronte a due scelte: tornare a casa o provare a chiedere di farci correre con la Lumina, anche se l’avevamo portata in autodromo in versione statica, priva di motore, cambio, scarichi, differenziale e avevamo lasciato tutto a casa dato che non dovevamo usarla.

Grazie alla sportività di tutti i team presenti, siamo stati ammessi alla gara pur rinunciando alla qualifica e partendo dunque dall’ultima fila. I ragazzi hanno fatto un lavoro incredibile, facendo un mix Camaro-Lumina per permettermi di correre!! Cosi la Lumina aveva uno strano scarico con il sinistro Lumina e il destro Camaro, più corto di 20 cm…spettacolo!!

000456Alle 24 la vettura era praticamente pronta ma ci si è presentato un problema: “Certo ci vorrebbe uno shake down per essere sicuri che sia tutto ok…” Detto, fatto! Le strade slovacche non sono poi cosi male!!! Ahahah

Alle 2 finalmente andiamo tutti a nanna consapevoli che le gare non sarebbero state per nulla facili, non avendo fatto manco un giro con la Lumina. E invece alla fine non è andata poi cosi male.

Purtroppo in gara 1 alcuni piccoli problemi ci hanno impedito di essere protagonisti, lo “shake down” non era bastato per evidenziare qualche piccolo problemino, risolto prontamente per gara 2!

In gara 2 una bella prova in rimonta mi ha permesso di arrivare settimo, nonostante metà gara sotto safety car, in trenino con Ferrara, arrivato quarto, e in più ci siamo tolti la soddisfazione di fare il record del terzo settore in gara 2, segno che se avessimo avuto più tempo saremmo potuti essere tra i primissimi… Altro che “vecchietta”! La Lumina va ancora forte!

Ora la nostra attenzione tornerà sulla “Principessa”, che stiamo rimettendo in sesto per la prossima gara e su cui testeremo alcune novità di set up che secondo me ci faranno fare un ulteriore balzo avanti.

Sono certo che entro la stagione la principessa stupirà molte persone!!

A presto
Ringhio!
autografo sini

 

 

Per seguire Francesco

La sua pagina Facebook
La pagina Facebook del team, la Solaris Motorsport
Il sito della Solaris Motorsport