Il Ringhio di Sini – Donington, un weekend con il “botto”…

il ringhio di sini

Quello inglese lo ricorderemo come un fine settimana con il Botto, in tutti i sensi però!! Da quello vero e proprio che ci ha privato di un bel risultato e che ci ha impedito di correre gara 2, a quello in senso lato rappresentato dalla scenetta divertente che abbiamo fatto in griglia e che inaspettatamente si è diffusa a macchia d’olio sul web.

1236668_10201334318174447_514131426_n

Partiamo dall’inizio: prove libere eccellenti in cui la bontà delle modifiche fatte alla Camaro durante l’estate ha dato i suoi frutti. Sono stato costantemente competitivo e senza un errore nelle libere 2 avremmo chiuso al comando le due sessioni. Purtroppo questa è l’unica nota positiva del fine settimana…

Nel primo giro delle qualifiche la frizione mi ha abbandonato e con lei i sogni di gloria, un vero peccato perchè questo inconveniente ha poi condizionato l’intero weekend! Sabato sera ero davvero abbattuto, ma nonostante tutto la squadra è rimasta unita e siamo stati in autodromo a lavorare fino a tarda notte. Sempre,  e lo sottolineo, con il sorriso sulle labbra! Scherzando e ridendo come se avessimo fatto la pole, questa è la forza della mia squadra, in cui si è inserito alla grande anche il nostro nuovo autista: “Sergio Du Brasil”!!!

Così, tra una battuta e l’altra, qualche diversivo con il quad e l’auto a noleggio che… ehm meglio non raccontare proprio tutto… dicevo, siamo arrivati a domenica mattina decisi a riscattarci.

Sono partito molto bene, insediandomi subito in ottava posizione. Poi quello che è successo ormai è sotto l’occhio di tutti e ho speso già tutte le parole che avevo per esprimere la mia delusione e il mio rammarico per il comportamento dei commissari e di Andrea Bacci, ennesima prova di qualcosa che non funziona.

1187203_665589366784577_617982142_nCerto da Andrea mi sarei aspettato almeno le scuse e non invenzioni su rotture meccaniche, che lui non mi ha colpito e quant’altro. Il mio cerchio a forma di rosa, o di margherita se preferite, fa bella mostra di se in officina.  Andrea non solo mi ha colpito, ma, ed ancora più grave, ha continuato a farlo ripetutamente fino a quando non mi sono girato. Perche?? Ho passato 3 giri dietro di lui mentre chiudeva da tutte le parti, giravo 2 secondi più piano, un altro lo avrebbe spedito direttamente in aeroporto mentre io l’ho passato senza manco strusciarlo! Forse mi sono troppo ammorbidito, dovrò tornare a Ringhiare come facevo in passato!!

Comunque, andiamo avanti e passiamo invece a cose più divertenti. Tra gara 1 e gara 2, delusi come mai lo siamo stati quest’anno, abbiamo cercato di tenere alta la concentrazione perchè c’era ancora gara 2 da fare per Mimmo! Cosi la squadra si è tutta concentrata sulla Lumina!

Io, però, vagavo nel box come un’anima in pena, e li è venuto fuori tutto lo spirito della Solaris: Matteo, uno dei miei meccanici, si avvicina e mi fa: “Ma se noi in griglia di gara 2 andiamo lo stesso?”. Al che, io lo guardo stralunato  “Come lo stesso? Cosa hai in mente?”, “Andiamo noi come se dovessimo correre, senza la macchina…potremmo…

Al “potremmo” io ero già seduto per terra nel box a simulare il posto guida e Matteo e Marco, che sono più esauriti di me, erano già pronti ad organizzare il piano! E’ stato bellissimo: manometro, chiave dinamometrica e via in griglia, che ridere!!

1187203_665589366784577_617982142_n

Giampiero e Pino, che stavano lavorando sulla macchina di Mimmo, cercavano di fare i seri ma non ci riuscivano e Mimmo provava a sporgersi dalla Lumina per vedere la scena…che pazzi!! Siamo perfino finiti sul sito di Repubblica!Volevamo fare una cosa divertente che sdrammatizzasse un pò l’accaduto e che desse anche una scossa al campionato: sarebbe stato difficile buttare fuori un’auto invisibile, cosi come difficile sarebbe stato verificarla dal punto di vista tecnico, come sempre ci succede dopo ogni sessione ufficiale!

Spero vivamente che succeda qualcosa di drastico al campionato ma soprattutto che la Csai prenda più seriamente sia gli aspetti tecnici che quelli sportivi. Sopratutto come segno di rispetto verso chi, come me, investe risorse e tempo in questo campionato, che, senza questi problemi, sarebbe di certo il più bello in assoluto!

Sono stufo di risposte incomplete, strani accanimenti, verifiche incomplete su alcune vetture e dettagliate su altre. Quest’anno eravamo partiti meglio, con personale straniero a sostegno di quello italiano. Per me l’unica soluzione percorribile è proprio questa: regole rigide e punizioni rigide per TUTTI e sono certo che a quel punto a vincere sarà davvero il MIGLIORE! Le Case ufficiali hanno già risorse che noi ci sogniamo, non hanno bisogno di nessun aiuto tecnico o sportivo, mettiamo tutti alla pari e poi giochiamocela da veri sportivi!

autografo sini

 

 

[social type=”facebook”]https://www.facebook.com/OfficialFrancescoSini?fref=ts[/social] La pagina FB di Franscesco Sini

[social type=”facebook”]https://www.facebook.com/SolarisMotorsport?fref=ts[/social] La pagina FB della Solaris Motorsport

[button color=”#COLOR_CODE” background=”#COLOR_CODE” size=”medium” target=”_blank” src=”http://www.solarismotorsport.com/”]Il sito della Solaris Motorsport[/button]

Francesco mercoledi sera è stato nostro ospite nella puntata 51 di RetroBox, il talk show motoristico a cura della redazione di MotorSport Rants, in onda ogni mercoledì sera alle 21.30 sul nostro sito e su YouTube. Neanche a dirlo, anche mercoledì Francesco ha Ringhiato come poche volte… Se velo siete persi, vi conisgliamo di ascoltarlo!