Le Mans, Day 2 – la pioggia congela tutto, Porsche e Ford in pole position

Il timore di vedere vanificato il secondo giorno di prove si è rivelato fondato: la pioggia è stata la vera protagonista della serata, costringendo addirittura a un lungo stop con bandiera rossa nella terza sessione di qualifica. Impossibile dunque migliorare i tempi fatti segnare nella giornata di ieri, mentre le squadre hanno potuto prendere confidenza con il tracciato bagnato in vista della gara.

Per il secondo anno consecutivo la Porsche #2 di Dumas/Jani/Lieb guiderà il gruppo alla partenza, forte del tempo di 3’19”733 segnato nelle prime qualifiche. Seguono la vettura gemella di Bernhard/Webber/Hartley e le due Toyota di Sarrazin/Conway/Kobayashi e Davidson/Buemi/Nakajima. Quinta e sesta piazza per le Audi, davanti alle Oreca del team Rebellion. In LMP2 comandano Rusinov/Rast/Stevens sulla Ligier #26 di G-Drive Racing, a precedere Cheng/Tung/Panciatici e Menezes/Lapierre/Richelmi.

Ford spadroneggia in GTE-Pro tra il malcontento delle altre squadre. La #68 di Hand/Müller/Bourdais precede sulla griglia i compagni di squadra Briscoe/Westbrook/Dixon; terza casella di classe per la Ferrari di Bruni/Calado/Pier Guidi, mentre la 458 del Clearwater Racing svetta in GTE-Am con l’equipaggio Mok/Sawa/Bell.

Edoardo Vercellesi – Twitter: @edoverce97