Record di vittorie consecutive per Luhr e Graf, dominanti anche ad Austin

Archiviata ormai la questione campionato, Lucas Luhr e Klaus Graf si concentrano ora sui record. Quella di Austin non è solo la quarantottesima affermazione nella serie per Luhr ma anche il settimo successo stagionale consecutivo dell’equipaggio del Pickett Racing, il che rappresenta un nuovo primato.

E’ stata una gara in discesa per i due teutonici, e non si tratta di una battuta sull’altimetria del tracciato. Beffato alla partenza da Chris McMurry sulla Lola #16, Luhr ha subito ripreso il comando; da quel momento in poi è stata solo una questione di controllo della corsa, grazie anche al passo di gara più veloce di due-tre secondi al giro rispetto ai rivali (classificatisi secondi a due giri dai vincitori). Oltremodo deludenti le prestazioni della DeltaWing, che malgrado l’introduzione della versione coupè è stata infinitamente più lenta delle altre P1, pagando circa quindici secondi al giro rispetto alla barchetta vincitrice e un imbarazzante distacco di sedici tornate.

Imperiale doppietta del Level 5 Motorsports in P2, con Tucker e Briscoe che precedono di cinque secondi Cosmo e Franchitti. Al terzo posto di classe chiudono Ed Brown e Johannes van Overbeek sulla HPD-ARX dell’Extreme Speed, mentre i loro compagni di squadra Scott Sharp e Anthony Lazzaro sono stati penalizzati da una cattiva strategia che prevedeva un cambio pilota nelle primissime fasi di gara.

Malgrado un contatto con la Ferrari del Risi avesse causato loro un danno al posteriore, Chris Cumming e Kyle Marcelli si sono imposti nel Prototype Challenge in una gara condotta fin dalle prime battute. Dietro di loro Guasch/Cameron e Bennett/Kimber-Smith. Quest’ultimo sostituiva sulla Oreca del Core Autosport il leader di classifica Colin Braun, impegnato questa volta nella classe GT con la Porsche della stessa squadra.

Come sempre, grande battaglia tra le GT. Fin dalle prime battute le due Viper e le Corvette ingaggiano un duello al coltello che vede la fine dopo il primo pit stop, quando Garcia sulla #3 passa Wittmer e guadagna la testa. Sarà lui a trionfare insieme a Jan Magnussen davanti a Bomarito/Wittmer e le BMW di Mueller/Edwards e Hand/Auberlen, che lamentavano la mancanza di velocità di punta delle vetture tedesche. Tommy Milner ha dovuto abbandonare la corsa per problemi al cambio prima ancora di poter cedere il volante ad Oliver Gavin.

Se nella prima parte di gara Henrique Cisneros era riuscito a mantenere la testa, dopo il pit stop è stata la Porsche #66 di Ben Keating e Damien Faulkner ad aggiudicarsi la vittoria nella classe GTC. Cisneros e Sean Edwards hanno chiuso secondi, davanti a Patrick Dempsey/Andy Lally.

L’ALMS tornerà in pista il 5 di Ottobre al Virginia International Raceway per la penultima prova stagionale.


Pos Starting Class Pos Class Car Number Drivers Best Time Laps Make
1 1 1 P1 6 Klaus Graf / Lucas Luhr 1:53.721 83
2 2 2 P1 16 Tony Burgess / Chris McMurry 1:57.021 81
3 5 1 P2 551 Scott Tucker / Ryan Briscoe 1:58.099 80
4 4 2 P2 552 Scott Tucker / Marino Franchitti / Guy Cosmo 1:57.432 80
5 27 3 P2 02 Ed Brown / Johannes van Overbeek 1:57.989 79
6 28 4 P2 01 Scott Sharp / Anthony Lazzaro 1:58.906 79
7 7 1 PC 8 Kyle Marcelli / Chris Cumming 1:59.877 79
8 31 2 PC 52 Mike Guasch / Dane Cameron 1:59.735 79
9 8 3 PC 05 Jonathan Bennett / Tom Kimber-Smith 2:00.127 79
10 9 4 PC 18 Tristan Nunez / Charlie Shears 2:00.202 78
11 6 5 PC 81 Mirco Schultis / Renger van der Zande 2:01.123 78
12 30 6 PC 9 Bruno Junqueira / David Heinemeier Hansson 2:00.744 78
13 12 1 GT 3 Jan Magnussen / Antonio Garcia 2:05.796 78
14 15 2 GT 93 Jonathan Bomarito / Kuno Wittmer 2:05.053 78
15 33 3 GT 56 Dirk Müller / John Edwards 2:05.483 78
16 11 4 GT 55 Bill Auberlen / Joey Hand 2:05.418 77
17 17 5 GT 91 Dominik Farnbacher / Marc Goossens 2:05.427 77
18 32 6 GT 62 Olivier Beretta / Matteo Malucelli 2:05.623 77
19 18 7 GT 17 Wolf Henzler / Bryan Sellers 2:06.504 76
20 19 8 GT 23 Bill Sweedler / Townsend Bell 2:05.851 75
21 20 1 GTC 66 Ben Keating / Damien Faulkner 2:13.719 72
22 21 2 GTC 30 Henrique Cisneros / Sean Edwards 2:13.901 72
23 23 3 GTC 27 Patrick Dempsey / Andy Lally 2:13.750 72
24 25 4 GTC 11 Mike Hedlund / Jan Heylen 2:14.255 72
25 26 5 GTC 45 Nelson Canache, Jr. / Spencer Pumpelly 2:14.354 72
26 22 6 GTC 22 Cooper MacNeil / Jeroen Bleekemolen 2:15.221 71
27 24 7 GTC 44 Seth Neiman / Dion von Moltke 2:13.499 71
28 10 7 PC 7 Rusty Mitchell / Tomy Drissi 2:03.205 69
29 3 3 P1 0 Andy Meyrick / Katherine Legge 2:03.266 66
30 16 9 GT 48 Bryce Miller / Marco Holzer 2:05.109 56
31 14 10 GT 06 Patrick Long / Colin Braun 2:05.234 53
32 29 8 PC 5 Ryan Dalziel / John Pew 2:02.991 45
33 13 11 GT 4 Oliver Gavin / Tommy Milner 2:06.423 26