Sono Barbosa e Fittipaldi i re della classica di Mid Ohio

L’attesa Diamond Cellar Classic ha si è dimostrata ancora una volta una delle gare più seguite del panorama Grand-Am, entrando anche tra i trend di Twitter (traguardo molto difficile da raggiungere negli Stati Uniti per uno sport motoristico, NASCAR esclusa).

In gara, però, a fare tendenza è stato lo spettacolo; molti i cambi di posizione tra sorpassi in pista e ai box. A spuntarla sono stati Joao Barbosa e Christian Fittipaldi, che portano la Corvette #5 dell’Action Express Racing alla prima vittoria stagionale.

La mossa decisiva è avvenuta a ventinove minuti dal termine della corsa: con una leggera toccata Barbosa ha infilato Richard Westbrook alla curva 2, relegando l’equipaggio del team Spirit Of Daytona al secondo posto e preparandosi a condurre i ventidue giri che lo separavano dalla bandiera a scacchi.

La terza piazza va a Ryan Dalziel e Alex Popow (8Star Motosport), mentre Max Angelelli e Jordan Taylor concludono sesti e mantengono la leadership in classifica: il loro vantaggio su Jon Fogarty e Alex Gurney è ora ridotto ad una sola lunghezza.

Un contatto si è rivelato determinante anche per le sorti della categoria GT. A tagliare il traguardo per primi sono stati Eric Curran e Boris Said, davanti a Bill Auberlen e Paul Dalla Lana. Nel tentativo di sorpasso su questi ultimi, però, Curran si è reso protagonista di una manovra scorretta che gli è valsa una penalizzazione di un minuto e ventiquattro secondi.

In classifica John Potter ed Andy Lally guidano davanti al nostro Alessandro Balzan.

Nella classe GX successo per Sylvain Tremblay e Tom Long, su Mazda6 #70. Al secondo posto Jim Norman, che rafforza il proprio primato nella generale.

Prossimo appuntamento con la serie Grand-Am il 30 Giugno, sul leggendario tracciato di Watkins Glen.