Alex Gurney in pole a Daytona per la Rolex24

E’ di Alext Gurney e del GAINSCO/Bob Stallings Racing la prima, storica, pole-position nella TUDOR United SportsCar Championship, prestazione che garantirà alla Corvette DP #99 di partire davanti a tutti nella Rolex 24 che prenderà il via Sabato pomeriggio.

Il due volte campione Grand-Am ha centrato il massimo obiettivo con il tempo di 1:38.270 nei quindici minuti di qualifica riservati alla categoria Prototype, dove da quest’anno ci sono anche le LMP2 che solitamente vedevamo impegnate nella ALMS.

“Festeggeremo per un paio di giorni” ha detto un raggiante Gurney. “Vale molto per il nostro team visto che affronteremo soltanto il North American Championship e forse Austin, quindi volevamo partire col piede giusto.” Gurney si alternerà con Jon Fogarty, Darren Law e Memo Gidley durante l’arco delle 24 ore.

Malgrado dopo i test pre-stegionali la IMSA avesse messo di nuovo mano al balance of performance per rallentare ulteriormente i DP (strano vero?), i prototipi ex Grand-Am hanno monopolizzato le prime sei piazze dello schieramento, e solamente l’inserimento della Delta Wing e la retrocessione in fondo della Riley-Dinan #78  ha spezzato quello che poteva essere un dominio DP nella top-10.

Al fianco della ‘Red Dragon’ come viene chiamata la #99 del Bob Stallings, partirà la Corvette DP del team Spirit of Daytona #90 per l’occasione qualifica da Richard Westbrook, in ritardo rispetto al leader di appena 0.217 secondi. La penalizzazione della #78 della Starworks ha promosso i due DP della Action Express al terzo e quarto posto.

Quinta piazza per il primo dei DP motorizzati Ford, ossia quello del team Ganassi dell’equipaggio Dixon/Kanaan/Franchitti/Larson. Katherine Legge è stata molto brava nel qualificare la Delta Wing al settimo posto facendo addirittura meglio delle più blasonate (ed in teoria performanti) LMP2, che solamente grazie al decimo tempo di Lucas Luhr, ad un secondo e mezzo da Gurney con la Nissan Oreca del team Pickett è riuscito ad evitare la totale disfatta.

Nel Prototype Challenge miglior tempo di Colin Braun con la Oreca del CORE Autosport, tredicesimo nella assoluta con il crono di 1:41.777, segnando il nuovo record della categoria nell’infield di Daytona. Secondo posto tra le ‘piccole’ per  Renger van der Zande su Oreca del team Starworks.

Tra le derivate di serie con il riferimento cronometrico di 1:44506 Marc Goossens si è aggiudicato la pole position in GTLM su Dodge Viper STR ufficiale precedendo la Porsche 911 RSR di Nick Tandy ferma sull’1:44.582. Jonathan Bomarito ha portato la seconda Viper al terzo posto precedendo la nuova Corvette C7R di Gavin. La seconda ‘Vette’ schierata dalla Chevy non ha partecipato alla sessione per problemi elettrici.

La Ferrari 458 Italia di Toni Vilander e della Scuderia Corsa ha conquistato la pole position nella classe GTD con il tempo di 1:47.028 precedendo un’altra 458, quella di Serra. Terzo tempo per la Aston MartinV12 Vantage guidata da Davison.

Classifica Completa