Categorie
TUSCC

Braun spadroneggia nella farsa del Kansas Speedway

Colin Braun porta CORE Autosport alla terza affermazione stagionale nella “double header” del Kansas Speedway. Una gara divisa in due segmenti da quarantacinque minuti nella quale le dieci vetture del Prototype Challenge TUSCC hanno dovuto dividere il tracciato con una serie propedeutica (IMSA Cooper Tires Prototype Lites) per evitare di girare come formiche in uno stadio.

Dopo la prima frazione, chiusa in testa da Sean Rayhall sulla #25, Braun ha rilevato il volante da Jon Bennett e ha rimontato dal quinto al primo posto in due tornate per poi involarsi con disarmante superiorità verso il successo.

Ma questa gara s’aveva da fare? Quando mai si è vista una serie mescolarsi con un’altra per rendere la figuraccia meno evidente? Dieci vetture non possono costituire un parco partenti per una corsa singola e non si vede la ragione della scelta di portare le PC a questo evento. Inoltre, a sottolineare l’enorme appeal della competizione, essa non è stata trasmessa né in streaming sul sito IMSA, né tanto meno sui canali FOX (non sono programmate neanche repliche).

Una vergognosa farsa che, per il bene e la credibilità del campionato, sarebbe meglio dimenticare in fretta ed evitare di ripetere in futuro.

Risultati dopo il primo segmento di gara

Risultati finali

Di Edoardo Vercellesi

Classe 1997, dall'età di 3 anni segue ogni tipo di competizione a due e quattro ruote, crescendo adorando i protagonisti della Superbike dagli ultimi anni '90 in poi (su tutti Ben Bostrom e Akira Yanagawa). Telecronista del CEV per Sky Sport, columnist a tutto tondo e in precedenza responsabile endurance americana, per Motorsport Rants tiene la rubrica sul mondo delle due ruote "Semaforo Verce" e cura la copertura della 24 Ore di Le Mans.