TUSCC, Detroit: Balzan e i fratelli Taylor ritrovano il successo

Nella breve (100 minuti) gara di Detroit brillano le stelle di Alessandro Balzan/Jeff Westphal e i fratelli Ricky e Jordan Taylor, che emergono vincitori nelle rispettive classi (GTD e Prototipi, le uniche due impegnate) a seguito di un finale “thrilling”.

La top class ha dato vita ad una corsa movimentata e divertente, malgrado le due lunghe caution che hanno praticamente annullato la parte centrale della gara. Jordan Taylor, partito quinto, ha sfruttato un passo consistente per risalire la china, attaccarsi ai battistrada Valiante e Fittipaldi e bruciarli nel giro di pochi minuti, ritrovandosi in testa a un’ora e quindici dalla bandiera a scacchi. La manovra “maschia” della #10 sulla #90 di Spirit of Daytona ha permesso a Fittipaldi di passare alla piazza d’onore, salvo poi riperderla.

Il punto cruciale della gara è stato il pit stop, avvenuto in regime di bandiera gialla. Per mantenere la leadership, Wayne Taylor Racing ha deciso di cambiare solo due pneumatici (quelli di sinistra, i più sollecitati sul tracciato della “Motor City”), mentre gli altri hanno optato per le quattro gomme. La scelta si è rivelata rischiosa e ha seriamente messo in discussione il risultato della gara: le Continental più fresche di Joao Barbosa e Richard Westbrook hanno permesso loro di farsi sotto e dare vita ad un finale al calor bianco. Barbosa ha ripetutamente attaccato Taylor, difesosi con ogni mezzo, fino al momento del contatto nell’ultima tornata. La #10 ha perso il primo posto recuperandolo poco dopo, quando la #5 di Action Express Racing ha subito la spettacolare esplosione della posteriore sinistra. Con la pista disseminata di detriti e Barbosa in testacoda (chiuderà sesto), Westbrook ha tentato un assalto tardivo alla prima posizione, ma Taylor è riuscito a tagliare per primo il traguardo. Chevrolet ottiene dunque una doppietta (che poteva essere un meritato tris) nella gara di casa.

Sul gradino più basso del podio chiude la prima delle P2, la Morgan Nissan di Olivier Pla e Gustavo Yacaman. Dietro di loro Pew/Negri Jr. e Sharp/Dalziel. Problemi tecnici nelle prime fasi di gara hanno costretto al ritiro Scott Pruett e Memo Rojas, a secco di punti non avendo accumulato il necessario tempo di guida. La classifica generale è ora comandata dai due Taylor (160 punti); seguono Fittipaldi/Barbosa a sette lunghezze e Pruett/Rojas a quindici.

Nella categoria GTD Alessandro Balzan esce da un momento difficile e si impone assieme al compagno Jeff Westphal a seguito di una corsa combattutissima, che ha visto molte vetture procedere in fila indiana per gran parte della gara. La Ferrari #63 di Scuderia Corsa ha preceduto sotto la checkered flag James/M. Farnbacher e Haase/Miller. Bill Sweedler e Townsend Bell guidano la classifica iridata con 111 punti.

10354956_711653842211232_4839296959569954057_n

Ordine d’arrivo completo