Chili Bowl Prewiev: Polvere e gloria

Scordatevi lo sfarzo di Abu Dhabi, dimenticate la Monte Carlo glitterata e preparatevi a sporcarvi dalla testa ai piedi perché tra 4 giorni, per cinque notti, la capitale del mondo motoristico sarà Tulsa, Oklahoma, dove all’interno del Expo Raceway andrà in scena la 28esima edizione del Lucas Oil Chili Bowl più dirt che mai!.

Chili-Bowl-Logo-300x300Il Chili Bowl è un po’ come un regalo di Natale che Emmett Hahn e Lanny Edwards, ideatori della manifestazione, si sono voluti fare con la complicità di Bob Berryhill e la sua Chili Bowl, azienda appunto produttrice di chili. Dalla prima edizione del 1987 i Nationals di Tulsa saranno chiamati semplicemente The Chili Bowl, la risposta del mondo dei motori al Super Bowl di football.

Oltre 200 piloti, 15.000 spettatori e tanta passione: tre ingredienti che fanno del chili di Tulsa il piatto più piccante d’America grazie alla presenza di campioni provenienti dalla World of Outlaws, dalla USAC e dalla NASCAR, in un mix impareggiabile sotto tutti i profili che innalza a vette sempre più alte il livello della competizione. Ultimo ingrediente, e non di importanza, l’argilla, elemento fondamentale che ricopre il quarto di miglio del Tulsa Expo Raceway che per cinque magiche notti pulserà di vita propria.

ChiliBowlDec3Nel 1987 alla gara inaugurale si presentarono in 52 ed il torneo durava appena due giorni. Adesso ci sono addirittura 4 giornate di qualificazione per comporre la finale del Sabato sera, la A-Main. Un terzo dei piloti partecipa ad una delle notti di qualificazione nel tentativo di accedere direttamente alla A-Main. Ogni qualificazione è formata da alcune heat che faranno accedere i migliori alla feature race di 25 giri, la quale qualifica i primi 4 direttamente alla A Main. I piloti che non riescono ad accedere alla finale nella loro notte di qualificazione avranno l’occasione di giocarsi il tutto per tutto nell’ultima giornata partendo dal girone J, cercando di finire nella miglior posizione possibile per poi scalare la vetta nei gironi I, H, G, F, E, D, C e B per poter raggiungere la A. Il Sabato i migliori 4 delle due B-Main accederanno direttamente alla A-Main.

Sammy Swindell, JJ Yeley dalla NASCAR, Jerry Coons, Ricky Stenhouse Jr. dalla NASCAR, l’idolo di casa Blake Hahn, Kyle O’Gara dalla Indy Lights, Joey Saldana, Tracy Hines, Dave Darland, Kasey Khane dalla NASCAR e PJ Jones sono alcuni del 284 piloti iscritti che si daranno battaglia per togliere la corona dalla testa di Kevin Swindell che dal 2011 si fa ininterrottamente la sua bella scorpacciata di chili.

Presente l’osannato campione USAC 2013 Bryan Clauson che a Tulsa non ha mai avuto troppa fortuna e Damion Gardner, conosciuto sulle nostre pagine per il suo tentativo, fallito, di raggiungere le 200mph a Bonneville con la sua sprint car. Ci sarà anche Daryn Pittman il quale quest’anno nella WoO ha dato filo da torcere al mito Donny Schatz, volato in Australia dove amano anche li mangiare pane e fango.

ows_137133839848505Purtroppo sarà assente per i noti problemi fisici Tony Stewart, che però ha piazzato sulla sua midget Kasey Khane, un tipo che in pista non le manda di certo a dire. Kasey scenderà in pista con un motivo in più, il ricordo dello scomparso Jason Leffler. Vi risparmio la lunga lista degli iscritti…

Non manca proprio niente a questa edizione 2014 per essere una delle più grandi di sempre e a voi non resta che accomodarvi al PC dal 14 Gennaio e seguirla insieme a noi di motorsportrants.com, gli unici in Italia per il dirt track racing.

Per entrare sin da subito nell’atmosfera del Chili Bowl vi proponiamo questo cortometraggio veramente ben fatto che si riferisce all’edizione 2013 vinta da Kevin Swindell.

Il Programma

13/1 Monday – Free Practice
14/1 Tuesday – Warren CAT Qualifying Night plus Vacuworx Invitational Race of Champions
15/1 Wednesday – River Spirit Casino Qualifying Night
16/1 Thursday – John Christner Trucking Qualifying Night
17/1 Friday – Vacuworx Global Qualifying Night
18/1 Saturday – Lucas Oil Championship Feature Events

 

Roberto Del Papa