Kimi è il nostro campione d’inverno

A cura di Ermanno Frassoni

[divider]

BARCELLONA – Il responso del cronometro lascia il tempo che trova. Non è un bisticcio semantico ma l’istantanea più attendibile al termine dei test di Formula 1 andati in scena in Catalogna. Perché Barcellona 2, il ritorno (dopo le prove della settimana passata), ha svelato qualcosa di importante sulle generalità dei piloti più in palla del momento al di là dei facili entusiasmi suggeriti da eventuali crono «monstre». Di chi è, dunque, il profilo migliore di inizio 2015? Scontato e nemmeno tanto onesto indicare i due della Mercedes: Hamilton ha accusato malanni di stagione e Rosberg dolori al collo. I «tori» Red Bull? Non è che, livrea a parte, abbiano fatto sfracelli. Vettel? Gli automatismi Ferrari li sta ancora imparando. Per Push to Rants il campione d’inverno, udite udite, è Kimi Raikkonen. Il finlandese che Arrivabene ha visto «sdraiato a terra che guardava sotto la macchina. Gli ho chiesto se stesse bene e mi ha risposto che lui faceva il meccanico!». I litigi del ferrarista con l’avantreno capriccioso della F14-T sembrano ormai un ricordo e la grinta messa sul piatto nei test spagnoli, anche quando c’erano da provare assetti e regolazioni, dimostra che l’approccio è quello giusto. Idealmente incollati ai suoi scarichi Massa e Bottas, ergo Kimi è in smagliante compagnia. Almeno fino al Gran Premio d’Australia.

Twitter @Fra55oni