Categorie
featured Push to Rants

Orologio cinese

Hamilton osserva la Red Bull di Ricciardo nel parco chiuso di Shanghai (© Getty Images)

 

A cura di Ermanno Frassoni

[divider]

SHANGHAI – «La squadra ha funzionato alla perfezione, come un orologio italiano». Nel Paese della Pilelli (no, nessun errore di battitura), che non sarà più soltanto il Belpaese, al di là dell’eco derivante dalle parole di Arrivabene nel dopo gara di Sepang, le tornate iniziali vedono Vettel marcare stretto le Mercedes del vincitore Hamilton e di Rosberg, infine perdere qualcosa a partire dallo stint centrale del Gran Premio salvo poi accomodarsi sul terzo gradino. Non sarebbe rispettoso affermare che in Cina, alla Ferrari, qualcosa non ha funzionato alla perfezione, eppure l’impressione è che all’indomani del successo di Seb in Malesia gli addetti ai lavori, i tifosi e forse persino la crew di Maranello si aspettassero di più dalla sfida a distanza tra le Rosse e le «lepri» argentate. Fuori dai denti e contro la logica del «testa bassa e piedi per terra». Perché a Shanghai la filosofia del Cavallino all’insegna dell’Umbrella Revolution, per dirla prendendo le mosse dal movimento hongkonghese pro-democrazia, ha potuto contare su un ritrovato Raikkonen e su un altro podio di Vettel pur incappando nella stordente regolarità dell’orologio cinese assemblato a Stoccarda. La vera rincorsa è iniziata, mentre Williams, Red Bull e compagnia piangente sembrano alle prese con i 400 metri ostacoli tanto cari a Edwin Moses, «microphone man» dei primi tre.

Twitter @Fra55oni

Di Ermanno Frassoni

Dal 2005 al 2010 ERMANNO FRASSONI dirige la rubrica online di Arte, Attualità, Media, Narrativa, Sport e Tendenza "L’Angolo del Webmaster". In seguito vira nettamente in direzione motorsport collaborando tra il 2008 e il 2010 con eRaceMotorBlog, RacingWorld e Stop&Go. Dal gennaio 2011 al gennaio 2013 è caporedattore del network MotorInside. Dal febbraio 2013, sulle pagine di Motorsport Rants, tiene la rubrica "Push to Rants". Tra i suoi interessi, oltre alle corse, anche il marketing e gli eventi. Twitter @Fra55oni