Categorie
featured Push to Rants

Under investigation

A cura di Ermanno Frassoni

[divider]

flags_of_Malaysia SEPANG – Piove sempre sul bagnato. Nelle qualifiche del Gran Premio della Malesia, secondo round del Mondiale di Formula 1 edizione 2014, e persino nelle 56 tornate di gara, anche se la domenica di gocce di pioggia ne abbiamo viste poche, perché là davanti le panzer-Mercedes di Hamilton (finalmente) e Rosberg hanno fatto il bello e il cattivo tempo davanti a una Red Bull rinata (una, appunto) e alla Ferrari «vorrei ma non posso» di Alonso. Mozione di (s)fiducia a Raikkonen in versione Dolce & Gabbana che al volante della F14T pensa in grande e concretizza niente (vedi le dichiarazioni del pg di Milano nel processo per evasione fiscale intentato ai danni dei due stilisti) e a «Paperino» Ricciardo messo nel sacco da rogne varie in attesa del verdetto dell’appello di Melbourne. Per una volta, almeno, Massa alza la voce quando gli chiedono via radio di dare strada a Bottas (solo Maranello ha la fissa del numero due?). Dopo Sepang la Formula 1 è «under investigation»: si fa fatica a capirne le ragioni, ma in una fase in cui i piloti stanno prendendo le misure a monoposto e regolamenti, gli stewards riescono a dare cinque secondi di stop&go a Magnussen e ben dieci posti di arretramento a Ricciardo in Bahrain per «unsafe pit release». Qui tornano utili i prepensionamenti del ministro Madia…      

Di Ermanno Frassoni

Dal 2005 al 2010 ERMANNO FRASSONI dirige la rubrica online di Arte, Attualità, Media, Narrativa, Sport e Tendenza "L’Angolo del Webmaster". In seguito vira nettamente in direzione motorsport collaborando tra il 2008 e il 2010 con eRaceMotorBlog, RacingWorld e Stop&Go. Dal gennaio 2011 al gennaio 2013 è caporedattore del network MotorInside. Dal febbraio 2013, sulle pagine di Motorsport Rants, tiene la rubrica "Push to Rants". Tra i suoi interessi, oltre alle corse, anche il marketing e gli eventi. Twitter @Fra55oni