Controcorrente: …..E (anche) io pago!

toto-eio-pago

Notizia fresca fresca di giornata: la Corte dei Conti ha appurato che nel triennio 2010-2012 la Rai ha accumulato un passivo di ben 20.1 milioni di euro a causa del Festival di Sanremo.

Nel dettaglio: 7.8 milioni la perdita nel 2010, 7.5 nel 2011 e 4.8 nel 2012. Tre edizioni, cinque serate ciascuna, un totale di quindici trasmissioni: 20.1 milioni diviso quindici significa un deficit di 1.34 milioni a serata.

Vabbè, penserà il lettore, d’accordo l’indignazione per come vengono sperperati i soldi degli abbonati, ma “che c’azzecca” questa notizia con noi appassionati di (motor)sport?

Centra, eccome se centra. Perché mentre accumula passivi milionari con il Festival, la Rai (con la scusa delle esigenze di bilancio) non acquista, per esempio, i diritti delle Olimpiadi di Sochi (delle quali trasmette un misero riassunto di giornata alle 22.30) o si limita alla diretta di metà del mondiale di F1.

Ma gli esempi potrebbero essere tanti, nell’ambito dei motori come dello sport in generale.

….E (anche) io pago!