DEDICATO A CHI NON HA SKY

“Mamma, se fosse per una questione vitale, prenderesti SKY?” “No, morirei”. Ecco il genere di risposte che stroncano ogni speranza e condannano una grande appassionata di Formula 1 ad alternare la visione dei GP sulla televisione  della sala, con l’intera famiglia comoda sul divano, agli schermi minuscoli del computer, con dirette spesso interrotte e innumerevoli, invadenti e fastidiose pubblicità – anche di cattivo gusto.

Dal momento che la mia sfortuna (o fortuna?) è dipendere ancora sulla mia famiglia, purtroppo non ho avuto voce in capitolo; immagino però di non essere affatto l’unica, dal momento che, comunque, l’abbonamento a questa TV a pagamento richiede costi non indifferenti, soprattutto per chi deve mantenere una famiglia. Non nascondo di essere stata anche d’accordo – seppur non l’abbia dimostrato apertamente – con la decisione dei miei genitori, ovviamente perché si presentano comunque alcune soluzioni.

I gran premi mostrati in differita dalla RAI saranno i seguenti:

  •  GP della Malesia, 24 marzo
  •  GP della Cina, 14 aprile
  •  GP del Bahrein, 21 aprile
  •  GP del Canada, 9 giugno
  •  GP di Germania, 14 luglio
  •  GP di Ungheria, 28 luglio
  •  GP di Singapore, 22 settembre
  •  GP di Corea, 6 ottobre
  •  GP d’ India, 27 ottobre
  • GP degli USA, 17 novembre (da confermare)

Premettendo che vedere il promo del canale SKY di F1 su Cielo causa sempre non pochi malumori, soprattutto per gli approfondimenti, i vari programmi di contorno e, non per ultima, la diretta delle gare di GP2 che diletteranno gli abbonati, ho pensato ad alcune soluzioni possibili per non rinunciare all’emozione di un gran premio in diretta: la prima, quella più semplice, sarebbe trovare un buon sito di streaming, che abbia la trasmissione della BBC o SKY in inglese, cogliendo così anche l’occasione per migliorare la lingua. Installate un anti-virus! Anche se sembra scontato, infatti,  vi consiglio di non rischiare di guastare il vostro computer con più di ottocento virus come feci io per guardare le prove libere. Se volete guardare anche gli approfondimenti, non spegnete la connessione tra una gara e l’altra, visto che non esistono link unici per quelli (almeno nel sito che utilizzo io).

Un’altra valida soluzione è frequentare un bar con la licenza SKY, ma che tuttavia non preferisca mostrare partite di calcio; uno svantaggio si presenta a causa della confusione: se siete grandi appassionati, sarà difficile sentire la telecronaca o, più semplicemente, i team radio. Se però amate il confronto e la compagnia, questo sarà un ottimo modo per godervi la domenica.

Ero incerta se aggiungere anche la terza possibilità, ma se siete tragicamente senza connessione internet e vivete in un luogo isolato, potete approfittare delle vostre abilità culinarie, e piombare infine con i vostri piatti prelibati da un amico o vicino di casa, esclamando con grande sorpresa: “Ah, non sapevo avessi SKY!”.