F1: Ecco la Ferrari F14T

carbigv2

E’ giunto anche per la Ferrari il momento di svelare la sua nuova monoposto di F1, la F14T affidata al dream tream composto da Alonso e Raikkonen.

Sono passati ormai 7 anni dal 2007,stagione in cui proprio Iceman portò a Maranello l’ultimo titolo piloti (al 2008 risale l’ultimo trionfo nei costruttori).

Non si può più sbagliare, quindi, soprattutto quando ti chiami Ferrari.

Proprio per questo a Maranello hanno richiamato James Allison strappandolo alla Lotus e hanno (si spera finalmente) completato i lavori di adeguamento della galleria del vento.

Stagione cruciale sia per Domenicali (quando i risultati non arrivano l’ “allenatore” è il primo a pagare) e per Alonso, reduce da un 2013 in cui i rapporti con la squadra hanno vissuto momenti di alta tensione e desideroso di tornare finalmente a vincere ad otto anni dal suo secondo ed ultimo titolo mondiale.

Motivo d’interesse sarà sicuramente la convivenza tra due campioni del calibro di Alonso e Raikkonen.

Per la gioia di Montezemolo aumentano i test e il motore (pardon, power unit) riacquista un ruolo di primo piano (non solo in termini di potenza, ma anche di consumi ed affidabilità): insomma alcuni alibi del recente passato non potrebbero essere più chiamati a giustificare altri insuccessi.

Saprà la F14T riportare l’iride a Maranello? Chissà…nel frattempo ce la guardiamo nella gallery che segue, dalla quale possiamo notare che la Ferrari mantiene la sospensione anteriore pull-rod e presenta il muso anteriore già ribattezzato “a papera” o ad “ornitorinco” (la zona posteriore del cofano è ancora nero carbonio: rimarrà cosi’ o vuole mimetizzare qualcosa?)

f14t-frontview

f14t_rearview

f14t-team2

f14t-team

f14t-topview

f14t-sideview

f14t-sideview2

chassis

ferrari-f14-t-010

ferrari-f14-t-013

ferrari-f14-t-007

ferrari-f14-t-001