F1 in Malesia la Fia ci lascia con molti dubbi. La sicurezza prima di tutto

Oggi non era giornata per la Fia in Malesia. Per due motivi.
Primo. Assurda penalità a Bottas,che oltre al danno delle tre posizioni in meno in griglia che dovrà scontare, riceve anche i punti di penalità nella patente. Tutto questo perchè, non ha visto sotto il diluvio l’arrivo di Ricciardo! Ci sembra tutto veramente assurdo.

Secondo. Chi ci segue sa che abbiamo spiegato che quest’anno sopra l’airscoop e sotto la telecamera ci sono dei led che indicano se la vettura è elettricamente sicura e puo essere toccata in caso di fermata in pista senza prendere la scossa.
Led verdi tutto ok. Led gialli sistema in fase di caricamente. Led rossi tutti fermi l’auto non è sicura.
Oggi dopo l’incidente della Catheram di Ericsson i led della vettura erano rossi. Ericsson non è saltato fuori dalla vettura ma ci puo stare visto il botto. Piu difficile da credere che i commissari di percorso non abbiano notato i led rossi e abbiano toccato tutti la vettura con grave rischio di prendere una bella scossa. Questo modo di agire dei commissari è stato incoscente e da denunciare.
La Fia dovrebbe pensare a queste episodi, piuttosto che a un pilota che sotto il diluvio non vede un avversario negli specchietti grandi come una pastina Tegolino del Mulino Bianco