F1,WEC, INDYCAR & Co. Chi decide le date? Topo Gigio?

Non è l’America che ha bisogno della F1, ma la F1 che ha bisogno dell’America. Dice il manager della Mclaren e Horner della RedBull. Beh, ovvio, non ci vuole un genio a capirlo. I fans in America ci sono, però sono pochi anche se molto appassionati. Quello che manca è il pubblico generalista ed un nuovo bacino di tifosi. Quello che dovrebbe venire in circuito per curiosità o sedersi davanti la tv per due ore, due ore e mezza. Bene fin qui tutto bello.

Bella anche la mossa di trasmettere le gare su NBC il prossimo anno…ma la data scelta per il ritorno della F1 in America è proprio assurda…infatti domenica c’è la finale di campionato della Nascar! Tutti sappiamo che la Nascar è l’evento motoristico principale in America, neanche l’Indycar dei tempi migliori gli stava al passo. La F1 che fa? Mette la gara lo stesso giorno dell’attesissima finale della Chase. Così mi sembra proprio che le parole di Horner non avranno futuro.

Ma la questione non riguarda solo la F1…chi decide l edate dei campionati in FIA? Troppo spesso vediamo gare di F1 e WEC corse nello stesso giorno e la stessa ora! Addirittura, per il prossimo anno c’è qualcuno che pensa di mettere la gara del gp di Francia lo stesso giorno della 24 ore di Le Mans!! Ma stiamo scherzando? Forse a volte sarebbe meglio che Bernie con tutto il suo carrozzone del circus si fermassero a ragionare  e pensassero che non esistono solo loro, e che ci sono campionati, e gare di egual importanza al mondo. Sarebbe una buona base di partenza. I tifosi non hanno l’anello al naso.

Altra scelta assurda si sta manifestando all’orizzonte. Che sia vero o no che la Indycar venga a Monza il prossimo anno, scegliere come giorno di gara la domenica dopo il gp d’Italia di F1 che senso ha? Solo l’appassionato duro e puro si sobbarcherà due trasferte ravvicinate nel tracciato Monzese e a certi costi, ma il resto? Tutto mi fa pensare che nella scelta, il tifoso, specialmente in Italia, sceglierà la F1.

Insomma, un po’ di coerenza e visione a 360° non guasterebbe. OK che si vuole correre ogni domenica, ma certe gare, certe avvenimenti, meritano il palcoscenico senza interferenze.

[ads2]