F1: Patrick Head: “La f1 è come il McDonald’s”

La F1 l’ha lasciata da qualche anno. Passa ancora in fabbrica a seguire le riunioni tecniche…ma la F1 attuale non lo entusiasma più e non rimpiange di essersi messo in disparte. Parliamo di Patrick Head, uno dei tecnici più importanti,poliedrici,  e geniali che la F1 abbia mai avuto…Patrick non ha bisogno di presentazioni. E proprio da uno come lui non potevano che uscire parole di fuoco e veritiere sull’attualeF1…parole che tutti gli appassionati pensano.
“Qualcuno ha perso un po’ la mano con questa F1. Non mi manca affatto. E non solo per mancanza di personaggi. Oramai la F1 è come un McDonald’s. Tutti uguali in ogni angolo del globo. Sempre le stesse cose dentro. Bernie ha ridotto la F1 come un McDonald’s in franchaising. Piste snaturate, uguali tra loro. Regole piatte con moltissime parti uguali per le monoposto. Conferenze stampa,rapporti dei piloti con media e tifosi, tutti regolamentati. Insomma manca il cameratismo. La particolarità di un posto. Essere in India o a  Singapore non fa differenza. Questa F1 non mi manca,anche se resto legato a lei per la mia vicinanza al team che ha deciso di rimanere in questo businness.A Bernie ho riferito il mio pensiero”

Parole sante Patrick!