F1: Ufficializzato il calendario 2014

Nell’odierna riunione di Parigi il Consiglio mondiale della FIA ha approvato la versione definitiva del calendario 2014 di F1.

Le gare saranno 19 come nel 2013, ma non mancheranno le novità.

Escono dal calendario Corea ed India ed entrano Austria (22 giugno) e Russia (12 ottobre).

Rispetto alla bozza iniziale, che prevedeva addirittura 22 gare, non vengono confermati il Messico e il New Jersey: entrambi dovrebbero entrare nel 2015.

Si comincia il 16 marzo in Australia,in Bahrain (6 aprile) si correrà in notturna, il Gran Premio di Monza si disputerà il 7 settembre, in ben 4 occasioni si correrà per due domeniche consecutive (le cosiddette “back-to-back races” sono Malesia-Bahrain, Germania-Ungheria, Giappone-Russia e Stati Uniti-Brasile), infine anche nel 2014 avremo una lunga pausa estiva (circa un mese a cavallo tra Ungheria e Belgio).

Criticabile, a nostro modesto avviso, la scelta di riportare Abu Dhabi alla sua collocazione originaria di gara conclusiva della stagione: lo Yas Marina Circuit, per storia, tradizione, appeal,pubblico, natura del tracciato, rappresenta una location molto meno suggestiva del Brasile (che,oltretutto, viste le mutevoli condizioni meteo, ha spesso regalato gare emozionanti ed incerte sino all’ultimo giro).

Davvero cervellotica la collocazione del Gp di Russia, inserito in calendario il 16 ottobre,appena una settimana dopo il Gp del Giappone. Molto più razionale sarebbe stata la scelta di programmarlo in estate,magari dopo la “vicina” Ungheria, con la garanzia di condizioni atmosferiche migliori e con l’opportunità di risparmiare alle squadre costosi andirivieni su e giù per il mondo.

Ma il vero “colpo di genio” è la scelta del 2 novembre per il Gp di Austin: lo stesso giorno anche la Nascar corre in Texas! E dire che il calendario della Nascar era noto da tempo….

Di seguito il calendario ufficiale 2014:

16 marzo – Melbourne – Australia
30 marzo – Sepang – Malesia
6 aprile – Al Sakhir – Bahrain
20 aprile – Shanghai – Cina
11 maggio – Montmelò – Spagna
25 maggio – Monte Carlo – Monaco
8 giugno – Montreal – Canada
22 giugno – Spielberg – Austria
6 luglio – Silverstone – Gran Bretagna
20 luglio – Hockenheim – Germania
27 luglio – Budapest – Ungheria
24 agosto – Spa – Belgio
7 settembre – Monza – Italia
21 settembre – Singapore – Singapore
5 ottobre – Suzuka – Giappone
12 ottobre – Sochi – Russia
2 novembre – Austin – Stati Uniti
9 novembre – San Paolo – Brasile
23 novembre – Abu Dhabi – Emirati Arabi