F1 Weekly – Riorganizzazione in Ferrari, prime prove delle Pirelli 2017 e…

Ferrari divisa tra riorganizzazioni e test per gli pneumatici del prossimo anno

Maurizio+Arrivabene+F1+Grand+Prix+Great+Britain+Wk1teIXBasHlIl team di Maranello sperava di spezzare un’assenza decennale di titoli in questa stagione 2016, ma dopo un inizio non proprio esaltante i risultati, invece di migliorare, sono peggiorati gradualmente. E adesso, superata la boa di metà anno, le Rosse si ritrovano dietro le Red Bull in pista e in classifica. E le Mercedes non è neanche il caso di citarle. Un situazione problematica che ha visto anche l’uscita di scena di James Allison in favore di Mattia Binotto, ma Maurizio Arrivabene è tuttora al suo posto e si mostra propositivo come sempre: “Stiamo riorganizzando il team senza panico, perchè sappiamo cosa fare in quel senso. Così come sono chiare le aree in cui dobbiamo migliorare con la monoposto. La verità è che dopo Barcellona non siamo migliorati dal punto di vista aerodinamico, e in Canada ci siamo potuti difendere solo grazie al motore. Al contrario la Red Bull è progredita gradualmente dall’inizio dell’anno e purtroppo sappiamo bene che si trova di fronte a noi ora. Ciò non significa una resa, useremo questa pausa estiva per riflettere e reagire.”
Nel frattempo a Fiorano sono state portate al debutto le coperture Pirelli del 2017, con Sebastian Vettel e Esteban Gutierrez che si sono alternati alla guida della SF15-T. 120 passaggi per il tedesco, sull’asfalto reso umido dal sistema di irrigazione del circuito.

Christian Horner esalta lo spirito di squadra di Max Verstappen

F1+Grand+Prix+of+Germany+hluhDOGEtamlL’arrivo del sorprendente olandese figlio d’arte nel team austriaco ha portato grandi soddisfazioni finora, ma anche una certa inquietudine al muretto: Max si è spesso distinto per i suoi toni polemici alla radio, o per le sue prese di posizione contrarie alla strategia – come il rifiuto a farsi sorpassare da Sainz lo scorso anno a Singapore o le critiche per la strategia in Australia. Ma con quanto visto ad Hockenheim, questi timori sono rapidamente cessati. “Abbiamo montato le gomme Super Soft a Max per permettergli di inseguire Rosberg, mentre con Daniel abbiamo seguito una strategia diversa. Quando abbiamo saputo della penalità a Nico, però, c’era la possibilità di far passare entrambi i piloti davanti.” Questa la ricostruzione di Christian Horner, che ha aggiunto parole d’elogio per il comportamento di Verstappen: “Daniel era più veloce e Max lo ha fatto passare senza perdere tempo prezioso. È stato il risultato di un grande lavoro tra squadra e piloti. Il rapporto tra loro due è molto salutare e c’è grande rispetto. Man mano che si sono conosciuti hanno iniziato ad andare d’accordo e a chiedere cose simile dalla macchina, nonostante siano entrambi in competizione tra loro.”

Rosberg ha bisogno di tempo per riprendersi dopo il Gp di Germania

F1+Grand+Prix+of+Germany+AoMHsdQJCXpl“È stata davvero una pessima giornata e una pessima corsa, tutto è andato male e adesso non ho il modo di analizzare la situazione.” Questo l’inizio di un messaggio inviato da Nico Rosberg ai suoi fan dopo il deludente Gran Premio di casa in cui è sembrato sottotono già dalla partenza, affossato anche da una penalità e uno sbaglio ai box. Errori e carenze che adesso hanno portato ad un distacco da Hamilton di 19 punti. Ma Nico ha anche parole di ringraziamento e rivalsa per i suoi followers: “Il supporto che ho ricevuto è stato magnifico e ne sono grato, mi dispiace di non aver preso parte ai festeggiamenti ma sarà per la prossima volta. Buone vacanze a tutti, io mi godrò le mie e recupererò dopo questo episodio. Ci vorrà un po’, ma non ho intenzione di mollare.

Claire Williams non ha intenzione di aspettare i comodi di Button e McLaren 

Claire+Williams+F1+Grand+Prix+Great+Britain+etXoWyVPLgslL’indecisione del team di Woking circa la line-up del 2017 ha creato una situazione di stallo con altri team, Williams in primis. Le voci parlano di un Jenson Button appiedato in favore di Stoffel Vandoorne – dopo l’exploit del Bahrain era solo questione di tempo – e di conseguenza il pilota inglese potrebbe “migrare” verso il team con cui ha iniziato la sua carriera nel circus 16 anni fa. Ma la figlia di Frank Williams, nonchè team manager, si mostra abbastanza spazientita a riguardo: “Cercavamo un pilota talentuoso nell’abitacolo, preciso con gli ingegneri e appetibile per gli sponsor. Abbiamo subito pensato a Jenson, che ha iniziato la sua carriera con noi ed è un grande pilota dentro e fuori l’abitacolo. Ma lui deve prendere la miglior decisione per se stesso e noi per il team, quindi non rimarrò qui seduta ad aspettare le sue decisioni e quelle di Ron Dennis – che dovrebbero arrivare dopo l’estate – perchè non è proprio nella mentalità della nostra squadra.”

Grosjean si schiera contro le sanzioni per i limiti della pista

F1+Grand+Prix+of+Germany+TXHXGr6NzUQl“Penso che andare sui cordoli sia stupendo. Ho visto la gara della NASCAR a Sonoma e i loro limiti della pista sono…bhè, non so perchè traccino delle linee bianche. E lo spettacolo era incredibile. Nel finale aumenta anche il rischio, perchè si tratta di passare su dei cordoli con superfici più consumate. Sono decisamente a favore del far passare le auto larghe. La prima curva di Hockenheim poteva quasi essere affrontata in pieno senza i limiti della pista, magari succederà il prossimo anno con i nuovi regolamenti. È fantastico perchè puoi viaggiare sul cordolo, ma se vai oltre distruggi la macchina e poco dopo inizia anche la zona del DRS.”
Il francese ha aggiunto anche che i piloti dovranno fare ancora più attenzione a certe curve, in cui andare larghi non comporta vantaggi o può addirittura causare incidenti. Come l’Eau Rouge o curva-9 di Silverstone.

Arrestato il pilota personale di Ecclestone, responsabile del rapimento della suocera di mr.E

F1+Grand+Prix+Germany+Practice+oiyN1i1PEEVlLo scorso 22 luglio Aparecida Schunk, madre dell’attuale moglie di Bernie Ecclestone, era stata rapita a San Paolo e i banditi avevano chiesto un riscatto di 36 milioni di dollari. Ma grazie alle intercettazioni della polizia, la vicenda si è felicemente conclusa con la liberazione della donna e l’arresto di tre persone, tra cui il pilota dell’elicottero personale di Ecclestone, Jorge Eurico da Silva Faria.

Lorenzo Michetti