F1 Weekly, verso Montréal – Pirelli prevede spettacolo con le regole 2017, la Williams si affida al suo nuovo pacchetto e…

Sulle pagine di Motorsport Rants, la Formula 1 diventa un appuntamento «weekly»: news e curiosità dalla categoria regina.

[divider]

PIRELLI GUARDA AL 2017: “LA FORMULA UNO SARA’ PIÙ EMOZIONANTE”

Il gruppone dei bolidi F1 nei frangenti iniziali del GP Spagna 2016 (© Getty Images)

 

L’amministratore delegato e vice presidente esecutivo del Gruppo Pirelli, Marco Tronchetti Provera, ha recentemente parlato del futuro prossimo della massima serie iridata: dal 2017 la Formula Uno subirà infatti una serie di modifiche regolamentari volte ad incentivare lo spettacolo in pista complice anche l’aumento delle performances complessive delle nuove monoposto. Una delle novità di maggior rilievo riguarderà proprio le gomme che saranno anche visivamente molto più grandi, sia all’anteriore che al posteriore, di quelle in uso oggi. Il connubio tra sviluppo aerodinamico e le nuove mescole permetterà alle vetture, almeno così pare, di guadagnare fino a cinque secondi al giro: un margine incredibile in uno sport dove spesso risulta complicato limare anche solamente qualche decimo. “Si tratta di una grande sfida e siamo felici di poterla affrontare. Le nuove gomme consentiranno di realizzare tempi neanche lontanamente paragonabili a quelli attuali. Posso dire ai fans che la prossima stagione sarà tra le più elettrizzanti degli ultimi anni!“, ha dichiarato Tronchetti Provera. “La riunione che abbiamo fatto con i piloti ci ha permesso di raccogliere informazioni davvero utili per svolgere al meglio il nostro lavoro sugli pneumatici. Grazie all’accordo che è stato stretto tra FIA e FOM riusciamo ad incontrarli più spesso e questo é sicuramente una cosa positiva“. Che la parola rivoluzione (regolamentare) abbia finalmente fatto rima con collaborazione?

HAMILTON IN STATO DI GRAZIA: “MI SENTO PIÙ FORTE CHE MAI”

Hamilton festeggia il trionfo nel GP Monaco con gli uomini del team Mercedes (© Getty Images)

La rocambolesca vittoria a Montecarlo potrebbe aver dato a Lewis Hamilton le giuste motivazioni per poter sferrare l’attacco al suo compagno di squadra, Nico Rosberg, attuale leader del Mondiale. “Siamo il team più forte ed è per questa ragione che sentiamo costantemente la pressione dei nostri rivali. Bisogna rimanere uniti e lavorare sui punti deboli. A Montecarlo ho dimostrato che posso essere forte come non mai e il mio obiettivo è di esserlo da qui alla fine della stagione. Montreal è sempre stata una pista favorevole per me: spero di tagliare il traguardo nella stessa posizione in cui ho concluso la prima volta che sono venuto qui, nel 2007“. Il pilota inglese ha poi concluso ringraziando il team: “Il successo di Monaco è stato davvero importante, la strada è ancora lunga ma voglio ringraziare i meccanici per la pazienza che hanno avuto da inizio stagione. È una sensazione bellissima essere tornato al top!“. Attenzione a Hamilton, dunque, in un Gran Premio del Canada che si preannuncia incandescente.

SAINZ OTTIMISTA: “A MONTREAL PER CONQUISTARE ALTRI PUNTI”

Sainz impegnato sulla Toro Rosso tra i muretti di Montecarlo (© Getty Images)

Carlos Sainz arriva in Canada dopo una serie di ottime prestazioni che lo hanno portato al centro di voci, più o meno fondate, circa il suo futuro in un top team. Il pilota spagnolo ha comunque ribadito di sentirsi al centro del progetto Red Bull e, soprattutto, di essere assolutamente concentrato su questa stagione. “A Montréal potremmo avere una buona opportunità per accumulare punti. Apparentemente potrebbe sembrare una pista semplice, ma correrci è sempre una grande sfida. Ci sono tratti davvero complicati e impegnativi: la curva 14, ad esempio, è una delle mie preferite, ma richiede di essere percorsa seguendo una traiettoria perfetta, altrimenti si va ad impattare sul muro all’esterno, il famoso “wall of champions”. Inoltre in Canada giriamo con un carico aerodinamico davvero basso e questo rende le frenate assolutamente critiche“, ha spiegato Carlos Sainz.

VERSTAPPEN PRONTO AL RISCATTO: “IN CANADA PER IL PODIO!”

La gara del Montmelò ha consacrato Max Verstappen nella storia di questo sport come il più giovane vincitore di sempre. La gara spagnola, però, è stata seguita da un weekend disastroso per il pilota olandese: la sua RB11 è andata a sbattere contro le barriere ben tre volte nell’arco di poco più di 48 ore. Il giovane talento della Red Bull vuole ovviamente lasciarsi alle spalle il brutto weekend monegasco e provare a tornare sul podio, già dalla prossima gara in programma a Montréal, pista dove la Red Bull è sempre andata bene. “In Canada avremo un nuovo motore, per cui le aspettative sono molto alte: dobbiamo puntare al podio. La pista mi piace molto, si corre molto vicino al pubblico. Sarà cruciale la definizione dell’assetto: è molto complicato trovare il corretto bilanciamento qui a Montréal, dal momento che si alternano lunghi rettilinei a curve molto lente“, ha dichiarato il giovane figlio d’arte ai microfoni di f1.com.

HULKENBERG SPERA IN UNA FORCE INDIA COMPETITIVA

Dopo la sorprendente gara di Montecarlo che ha permesso alla Force India di tornare ad occupare la quinta posizione nel campionato Costruttori, i suoi piloti Sergio Perez e Nico Hulkenberg guardano con fiducia al prossimo appuntamento iridato. “Si tratta indubbiamente di un circuito complesso, la frenata e la trazione sono gli aspetti cruciali. Nel Principato ho raccolto meno di quanto avrei voluto, dal momento che disponevo di una monoposto competitiva e qui voglio rifarmi. Le mescole morbide ci consentiranno di adottare una strategia aggressiva, per cui non vedo l’ora di scendere in pista!“. Queste le parole di Nico Hulkenberg, che nella precedente tappa andata in scena a Montecarlo ha dovuto lasciare le luci della ribalta al team-mate Perez, a sorpresa terzo sul traguardo. A Montréal il tedesco di casa Force India confida in un weekend privo di sbavature per andare oltre il ruolo di “valletto” del messicano, che a un pilota della sua caratura, vincitore della 24 Ore di Le Mans nel 2015, va decisamente stretto.

PER LA WILLIAMS UN NUOVO PACCHETTO IN CANADA

Per Bottas e la Williams un avvio di stagione in chiaroscuro (© Getty Images)

Dopo la brutta prestazione di Montecarlo, in casa Williams c’è voglia di riscatto. Le monoposto di Sir Frank Williams potranno contare su un nuovo pacchetto di aggiornamento che riguarderà il perfezionamento di componenti telaistiche e aerodinamiche. “Domenica correremo su un tracciato che dovrebbe adattarsi bene alle nostre caratteristiche, come dimostra il grande risultato che abbiamo ottenuto l’anno scorso“, ha dichiarato Pat Symonds, direttore tecnico della compagine di Grove, riferendosi al terzo posto artigliato da Valtteri Bottas e al sesto di Felipe Massa nel 2015. “Le nostre previsioni mostrano come la strategia migliore per la gara sia quella di fermarsi una sola volta ai box. Posso anche dire che avremo a disposizione nuovi aggiornamenti che ci permetteranno di incrementare le nostre performances“, ha concluso il dt del team inglese.
In condizioni di pista asciutta la strategia a una sola sosta sembra dunque essere la scelta migliore; bisognerà tuttavia valutare le condizioni meteorologiche che ad oggi paiono piuttosto incerte. Al loro arrivo a Montrèal per la tradizionale conferenza stampa del giovedì, infatti, i piloti hanno trovato un tempo autunnale rispolverando le giacche a vento messe a disposizione dalle squadre…

Paolo Gallorini