F1 Weekly, verso Monza – Pirelli promette spiegazioni, Hulkenberg rinnova e…

Sulle pagine di Motorsport Rants, la Formula 1 diventa un appuntamento «weekly»: news e curiosità dalla categoria regina.

La Ferrari di Vettel in azione in Belgio: polemiche rientrate con Pirelli? (Getty Images)

 

[divider]

PIRELLI A MONZA PER SVELARE I RISULTATI DELLE INDAGINI SUGLI PNEUMATICI ESPLOSI

Il Gran Premio del Belgio ci ha lasciato con un enorme punto interrogativo riguardante le gomme Pirelli e la loro solidità sulla distanza. Lo scoppio degli pneumatici posteriori destri di Rosberg e Vettel ha alzato un polverone sull’azienda italiana e sulle regole che la FIA le ha imposto nel nome dello spettacolo. Se sul primo scoppio, avvenuto nelle prove del venerdì sulla Mercedes di Nico, la Casa milanese si era subito giustificata dando la colpa a un detrito, per Sebastian la situazione è stata ben diversa: il pilota, senza peli sulla lingua, a fine Gran Premio ha indicato le Pirelli e la loro eccessiva usura – e il mancato avviso del possibile pericolo da parte del fornitore – come unico colpevole, difendendo a spada tratta la Ferrari e gli uomini adibiti alle strategie. Il “gommista” ha tuttavia spiegato come lo pneumatico incriminato, secondo i dati raccolti, sarebbe sicuramente durato di più dei giri effettuati dal tedesco della Ferrari facendo risalire il problema a un detrito o alla poco oculata gestione della gomma da parte della casa di Maranello. Nei giorni successivi si sono svolte indagini da parte della Pirelli stessa, per comprendere al meglio le cause reali del pericolosissimo accaduto. A quanto pare, il fornitore unico della Formula Uno avrebbe trovato il problema, e ha dichiarato, tramite il responsabile delle attività motorsport Paul Hembery, che in concomitanza con il Gran Premio di Monza verrà svelato il risultato dell’indagine. Polemiche finite o appena cominciate? L’attesa di queste ore eleva il discorso a una specie di rivelazione mistica cui l’intero paddock del Mondiale guarda con curiosità e un pizzico di apprensione.

VERSTAPPEN SR. ANTICIPA IL FUTURO DEL FIGLIO MAX

Con il rinnovo di Raikkonen, il mercato piloti si è drasticamente congelato. Con l’eventuale addio del finlandese alla Ferrari avremmo infatti assistito a scenari certamente interessanti. Uno di questi, si vociferava, era il possibile arrivo del baby fenomeno Max Verstappen. Sappiamo però che il Cavallino Rampante ha già esteso il contratto di Kimi per il futuro immediato, leggi stagione 2016. Il padre ed ex pilota di Formula Uno Jos ha dichiarato  – ma si era capito dai pochissimi sedili rimasti liberi – che il pilota prodigio della Toro Rosso rimarrà anche nel 2016 alla corte della scuderia di Faenza. E’ sempre Verstappen Sr. che ricorda come il contratto in essere con il marchio Red Bull, e suo figlio, sia a lungo termine. Eppure molti, tra i fans e gli addetti ai lavori, ritengono questo come un semplice rinvio verso traguardi più importanti. E intanto Max avrà ancora tempo per maturare e migliorare come si conviene a un talento delle corse appena sbocciato tra le maglie del Circus più ambito del mondo.

BUTTON PREVEDE UN DIFFICILE WEEKEND IN ITALIA

Jenson Button supera Perez, Gran Premio di Monza 2014 (Getty Images)
Jenson Button supera Perez, Gran Premio di Monza 2014 (Getty Images)

Questa volta hanno evitato l’annuncio. Il team McLaren, che ci aveva abituato quest’anno a grandi  e prevedibili proclami pre-gara e a deludenti interviste post-gara, ha deciso di muoversi una tantum all’insegna dell’umiltà e dell’obiettività. Gli scarsi risultati che hanno accompagnato il connubio anglo-giapponese hanno portato nel team un imbarazzo irreale che accomuna tutti: dai piloti fino all’ultimo dei meccanici. Button, investito del ruolo di rappresentante dell’intero gruppo, ha dichiarato in vista di Monza: “Spa Francorchamps è stato un appuntamento molto duro, soprattutto per me, per via dei problemi di distribuzione dell’energia che riscontravo in rettilineo. Le alte velocità di Monza saranno un problema per noi, ma rimarremo concentrati. La chiave consisterà nell’ottenere il massimo dall’auto il sabato per potercela giocare domenica”.

IL NEOPAPA’ ROSBERG VUOLE MIGLIORARE QUALIFICHE E PARTENZE

Attualmente secondo nella classifica di campionato, Nico Rosberg ha fatto mea culpa per quanto riguarda il distacco accusato dal suo compagno di colori Lewis Hamilton, dominatore della stagione fin qui disputata. Ai microfoni di Espn Uk ha spiegato così la situazione: “Spa è stata una delusione per me. Ho sbagliato la partenza. Devo migliorare assolutamente su questo aspetto, oltre a trovare qualche decimo in qualifica. So di avere l’auto giusta per poter risolvere al meglio ogni problema e ottenere pole e vittoria. A Monza mi aspetto di andare bene e la pista italiana mi piace molto”. Esulando per un attimo dal mondo delle corse, non possiamo comunque che congratularci con Nico: questa settimana sua moglie Vivian ha dato alla luce la prima figlia. Auguri!

HULKENBERG CHIUDE OGNI TRATTATIVA: RIMANE IN FORCE INDIA

Nico Hulkenberg (Getty Images)
Nico Hulkenberg (Getty Images)

Il mercato piloti di quest’anno si è incentrato molto su questi due nomi: Raikkonen e Hulkenberg. Il secondo, fresco di vittoria nella prestigiosa 24 Ore di Le Mans, ha aspettato la chiamata dalla Rossa, che non è puntualmente arrivata, dato che il primo pilota in questione, Kimi, è stato confermato ancora una volta dal Cavallino Rampante, che lo ha designato titolare per la stagione 2016. Il tedesco è stato quindi inserito nella lista del team HAAS, la nuova compagine made in Usa pronta al debutto in Formula Uno nella prossima stagione. L’approdo nella squadra statunitense sarebbe stata un’ottima carta per l’avvicinamento di Hulkenberg alla Ferrari, dato che il team italiano sarà fornitore dei propulsori per HAAS. Ma neanche questa volta l’accordo è stato siglato. Forse un po’ rassegnato, forse un po’ obbligato dalle circostanze, per restare nel Circus Nico ha rinnovato con Force India, il suo team attuale, estendendo il contratto fino alla fine del Mondiale 2017. Le speranze di vedere il pilota teutonico a Maranello sono dunque svanite del tutto? In Formula Uno, si sa, da qui al 2017 tutto può accadere…

VETTEL IMPAZIENTE DI GUIDARE CON LA FERRARI A MONZA

Ha sempre amato la Ferrari e lo ha sempre fatto capire esplicitamente anche quando correva per la Toro Rosso e la Red Bull. Aver firmato per il team italiano è, come spesso e volentieri ripete Vettel, un sogno realizzato, e guidare la monoposto rossa in quello che è il Gran Premio di casa per Maranello sarà per lui un onore. Sul sito ufficiale della Ferrari, il tedesco si confessa: “Ho un sacco di ricordi ed emozioni legati a Monza; venire qui da pilota Ferrari è ancora più speciale del solito. Fisicamente non è una pista molto impegnativa, semmai sono le lunghe e dure frenate che mettono a dura prova i freni e la tenuta complessiva delle monoposto. Il set-up a basso carico aereodinamico, inoltre, renderà la vettura meno stabile in curva. Sono curioso di vedere come si comporterà il nuovo propulsore, che è più potente rispetto a Spa, e non vedo l’ora di incontrare i tifosi”. Così si esprime Sebastian Vettel nella versione “bambino felice”. E chi, al suo posto, non ne condividerebbe l’entusiasmo?

Andrea Emanuele Aprile