F1 Weekly – Wolff spera ancora nella rivalità tra Ferrari e Mercedes, Ricciardo entusiasta di Spa e…

TOTO WOLFF: “LA FERRARI CONCENTRATA DA TEMPO SUL 2017”

Wolff, sulla destra, a colloquio con Arrivabene, team principal Ferrari (© Getty Images)

 

Il team principal dalla Mercedes, Toto Wolff, è convinto che il sorpasso della Red Bull nel campionato costruttori sulla Ferrari sia da imputarsi al fatto che il team di Maranello abbia deciso ormai da tempo di concentrarsi esclusivamente sul 2017, abbandonando, in pratica, gli sviluppi della SF16-T. “Sarebbe stato bello lottare fianco a fianco in pista con la Ferrari: è un team straordinario e tutti sognano di batterla. Sembrano assurde le mie parole, ma questo è il mio sogno e credo che sarebbe un bene per la Formula Uno intera”, ha detto il team principal della Mercedes. “Ovviamente non dobbiamo sottovalutare una squadra che dispone di così tante risorse e passione e con questo mi riferisco alla seconda parte della stagione”.

FORCE INDIA, VIJAY MALLYA: “OBIETTIVO QUARTO POSTO!”

Guida al limite per Hulkenberg nel weekend del GP Germania (© Getty Images)

 

La Force India sta vivendo, probabilmente, la miglior stagione da quando è entrata in Formula Uno. Attualmente il team anglo-indiano è al quinto posto della classifica costruttori, preceduta dalla Williams di appena 15 lunghezze. Approfittando del periodo negativo che sta vivendo il team di Grove, Nico Hulkenberg e Sergio Perez potrebbero sferrare l’attacco e sopravanzare i rivali. Questo, almeno, è quanto si aspetta il team principal della Force India, Vijay Mallya, che ha recentemente dichiarato: “Stiamo ottenendo ottimi risultati e a Spa avremo sicuramente una bella occasione per fare ancora bene. Gli aggiornamenti portati a Silverstone hanno fatto la differenza, anche se non tutto il nostro potenziale deriva dal telaio. Per raggiungere la Williams abbiamo ancora molta strada da percorrere, faremo del nostro meglio! Monaco è stata la svolta della stagione,sarà interessante vedere fra qualche mese dove concluderemo”.

DANIEL RICCIARDO: “SPA? UN POSTO SPECIALE PER ME”

Ricciardo alla parata dei piloti che ha preceduto il pronti-via del GP disputato a Hockenheim (© Getty Images)

 

Dopo la lunga pausa estiva la F1 torna in pista e lo fa su uno dei tracciati più spettacolari dell’intero campionato: stiamo parlando ovviamente di Spa Francorchamps. Daniel Ricciardo, proprio sulle Ardenne, ha conquistato la sua ultima vittoria in Formula Uno nel 2014, ed è sicuramente desideroso di riprendere a correre proprio da qui. “Ho passato le vacanze in California assieme ai miei amici, ci siamo divertiti. Per me Spa è un posto speciale, una pista fantastica! Una cosa particolare è che può esserci il sole in un tratto del circuito mentre in un altro sta magari piovendo. E’ davvero bello poi vedere gli spalti gremiti: qui ci sono i veri appassionati di Formula Uno che tornano anno dopo anno”, ha dichiarato un motivatissimo Ricciardo.

NASR ALLA RENAULT DAL 2017? OCON OSSERVATO SPECIALE

Alcuni rumors provenienti dal Brasile vorrebbero Felipe Nasr in procinto di firmare con la Renault per un sedile da titolare a partire dalla prossima stagione. Il quotidiano O Globo sostiene che Nasr abbia partecipato a un incontro in Brasile con Steve Robertson (il suo manager) e un rappresentante dello stato del Paranà, dove ha sede uno stabilimento Renault. La notizia è stata però smentita dalla stesso pilota: “Non sono venuto in Brasile per discutere del mio futuro”.

A partire dal prossimo Gp del Belgio, Pascal Wehrlein avrà come noto un nuovo compagno di squadra nel team Manor: Esteban Ocon. “Spero che questa esperienza possa dare un grande supporto a Esteban e al team Renault in futuro. Dovrà competere contro Wehrlein che ha davvero impressionato fino ad oggi”, ha dichiarato Cyril Abiteboul, Managing Director Renault, che ha lanciato il giovanissimo pilota francese nel Circus consentendogli di affrontare alcune prove libere del venerdì sulla monoposto di Magnussen e Palmer. Ocon, però, è bene ricordarlo, resta legato a doppio filo con la Mercedes e la società di management di Wolff.

ALONSO: “LA MCLAREN STA LAVORANDO BENE”

Fernando Alonso sembra scorgere la luce in fondo al tunnel. Secondo il pilota di Oviedo, negli ultimi mesi sono migliorati considerevolmente i rapporti e l’organizzazione del team di Woking e della Casa motoristica giapponese. Lo spagnolo ha così descritto la situazione attuale della sua scuderia: “Lo scorso anno è stato complicato. Ci sono stati cambiamenti radicali a inizio stagione. Ora le cose sono migliorate, soprattutto dal punto di vista dell’organizzazione, cosa non semplice considerando le differenze culturali tra giapponesi e inglesi. A Woking abbiamo uno staff davvero di alto livello, persone molto talentuose che hanno già dimostrato tanto nel corso della loro carriera. Con questo gruppo possiamo raggiungere i nostri obiettivi, dobbiamo tornare a vincere!”. La Honda, a sostegno delle parole di Fernando Alonso, dovrebbe portare nuove componenti a Spa-Francorchamps, al fine di migliorare la power unit.

KVYAT SPERA NELLA RICONFERMA IN TORO ROSSO. IL DT JAMES KEY RESTA A FAENZA?

Kvyat in azione sulla Toro Rosso nel GP Germania (© Getty Images)

 

Senza voler considerare il podio conquistato in Cina, fino ad oggi, per Daniil Kvyat il 2016 non è stato assolutamente un anno positivo. Effettivamente bisogna dire a sua discolpa che sarebbe difficile per chiunque rimanere concentrati e determinati dopo il trattamento che Red Bull gli ha riservato ad inizio stagione. Per giunta, Kvyat si è ritrovato a competere con la coppia Toro Rosso, presumibilmente più forte della storia di questo team e questo ha aggravato ulteriormente la sua posizione. Il russo si è confidato a Motorsport.com, riguardo al suo prossimo futuro: “Rimanere in Toro Rosso sarebbe davvero una ottima opzione per la prossima stagione. Mi piace questo team e mi trovo bene. Inoltre, con il cambio regolamentare del prossimo anno, le monoposto dovrebbero adattarsi maggiormente al mio stile di guida. In questo team tutti danno il massimo per farti sentire a tuo agio, ogni problema è sempre risolto nel miglior modo possibile e per questo sono davvero grato a questi ragazzi. C’è ancora un po’ di tempo per pensare al 2017, anche se la decisione bisognerà prenderla fra non molto”. Uno dei motivi per cui la Toro Rosso, tra i piccoli team, risulta estremamente performante, è da ricercarsi nella bravura del progettista James Key. L’inglese è stato più volte accostato a grandi team (Ferrari compresa); il team principal della scuderia di Faenza, Franz Tost, ha dichiarato in proposito: “Key è un vero gentleman e mi aspetto che rispetti gli accordi che ha preso con noi. Da noi può lavorare come vuole e tutta la squadra si fida ciecamente di lui. Abbiamo un ottimo potenziale e il prossimo anno con il cambio regolamentare e il motore Renault potremmo fare ancora meglio insieme”.

Paolo Gallorini