FERRARI DEVE PENSARE AL 2013 NON A YOUTUBE

Come al solito dico quello che penso.Giusto sbagliato che sia. Che qualcuno pensi sia antiferrarista o no, a me non interessa,anche perchè non è così. Nelle ultime ore devo dire che tutto il teatrino che sta nascendo dalle lande spagnole di Santander sulle bandiere gialle di Vettel che sarebbe da squalificare (come poi che il risultato è omologato e bisognava fare ricorso dopo 60minuti) è al quanto grottesco.

Lascio parlare McNish su questo fatto:

@AllanMcNish was a tight one but apparently TR lifted to let him pass which showed in speed differential. need more data to say exactly. It wasn’t an issue for Ferrrari so must have been okay.”

Per fortuna la Ferrari ed i media italiani ora hanno un alibi  su cui far affidamento per giustificarsi coi tifosi invece di dire che hanno beccato paga anche dalla Force India nella gara decisiva e con la pioggia che tanto aspettavano…e con Massa ancora in aiuto di Alonso.

Spiegassero come intendono ripartire e la smettessero di parlare di sfortuna che ormai la storia ha stancato e stufato. E’ ora di far parlare i disegni tecnici, e la galleria del vento. Anche se l’assunzione del tecnico Bigois, a capo del progetto Mercedes degli ultimi anni (!)…non mi rassicura proprio.

E non illudetevi dell’esperienza alla  Brawn gp del tecnico francese …quella fu disegnata dai giapponesi dell’Honda e da metà stagione in poi, senza l’aiuto nipponico la vettura faticò non poco. Parliamo piuttosto delle deludenti Williams e delle Prost disegnate da lui.

Domenicali & Co. è ora di rimboccarsi le maniche…e lasciar perdere twitter, facebook e youtube. Doppi fondi, ali flessibili, fdcut, scarichi coanda…niente è venuto furoi da Maranello..niente…c’è da pensarci su.