Gran Premio di Monaco, con Brembo alla scoperta del Principato

(© Will Pittenger)

 

Dati principali del weekend Formula 1 al Circuit de Monaco

Lunghezza 3.340 metri

Giri 78

Numero di frenate 13

Tempo speso in frenata 26%

Decelerazione media 2,7 g

Energia dissipata in frenata durante il GP 127 kWh

Carico sul pedale totale durante il GP 83.460 Kg

TOP 3 GP Monaco 2014: 1. Nico Rosberg (Mercedes); 2. Lewis Hamilton (Mercedes); 3. Daniel Ricciardo (Red Bull Renault)

Record sul giro in gara: Michael Schumacher in 1:14.439 (Ferrari, 2004)

 

Il commento di Brembo

Storico circuito cittadino che si snoda tra le strade del Principato, capaci di creare parecchi problemi ai freni delle monoposto. Il tracciato tortuoso e la scarsa aderenza, infatti, portano spesso i piloti a controllare la vettura con l’ausilio del freno, con riflessi negativi sulla temperatura di pinze e fluido freni. Nel passato questo evento era spesso teatro di problemi legati al surriscaldamento dell’impianto e al vapour lock (fenomeno per cui il fluido freni raggiunge la temperatura di ebollizione all’interno della pinza) con allungamenti del pedale in frenata che portavano spesso al ritiro se non all’incidente. Nei tempi moderni il lavoro fatto sul raffreddamento dei freni ha allontanato tali problemi, se pur sia ancora necessario prestare particolare attenzione alla gestione delle temperature durante il weekend di gara. Le frenate non sono particolarmente brusche, ma il tempo sul freno è tra i più alti della stagione, ben il 26%.

Twitter @Fra55oni