Jerez, L’analisi del terzo giorno di test.

E’ di Felipe Massa il miglior tempo della terza giornata di test a Jerez: l’1.17.879 del pilota brasiliano è anche il miglior crono in assoluto di questa tre giorni, migliorando di oltre tre decimi l’1.18.218 fatto segnare ieri da Grosjean.
Dopo il lungo lavoro di acquisizione dati portato avanti martedi’ e mercoledi’ (e in parte proseguito anche oggi), la Ferrari oggi ha svolto un programma più canonico con due time attack (macchina leggera,gomme morbide,run di soli tre giri) e poi diversi run medio-lunghi.
Come abbiamo già fatto ieri, nel prospetto in basso vi proponiamo tutti i tempi dei run dei principali protagonisti(Vettel,Massa ,Button ,Raikkonen ,Rosberg ,Gutierrez ,Rossiter-poi rilevato da Di Resta-, Bottas e Vergne).
Nel prospetto il colore grigio indica che il pilota è fermo ai box, il colore salmone indica che il pilota è nel giro di rientro ai box,il colore celeste indica che il pilota è uscito dai box e si trova impegnato nel giro di lancio, il colore verde indica che il pilota è in pista impegnato in un giro lanciato (nelle caselle verdi troverete anche il numero del giro e il corrispondente crono), il colore viola indica che il pilota ha appena migliorato il suo crono personale, il colore rosso indica che il pilota ha appena migliorato il miglior tempo assoluto di giornata.
C’è da sottolineare che tutti coloro i quali hanno percorso dei long run,hanno sperimentato un’usura molto importante degli pneumatici, con tempi che si sono alzati di oltre due secondi dopo pochi passaggi. Questo tanto con coperture a mescola dura quanto con gomme medie.
La Pirelli ha spiegato che ciò è dovuto al particolare asfalto di Jerez, ruvido abrasivo e, a quanto pare, molto peggiorato rispetto allo scorso anno tanto che il responsabile Paual Hembery ha dichiarato senza mezzi termini che o il circuito spagnolo provvede alla riasfaltatura o bisogna cercare un’altra pista per i test.
Il fatto è che è difficile,almeno in Europa, trovare a Febbraio le condizioni atmosferiche ideali garantite da Jerez (15-20 gradi di temperatura), altrimenti bisogna spostarsi dal vecchio Continente (anni fa si andava a provare in Bahrein,ad esempio).
Scorrendo la classifica dei tempi, alle spalle di Massa troviamo Rosberg: il tedesco si prodotto in un super-lavoro per recuperare il tempo perduto dalla Freccia d’Argento, che nei primi due giorni avevo potuto percorrere appena un centinaio di Km prima di essere fermata da problemi di affidabilità. Affidabilità che è stata prontamente recuperata visto che Nico ha coperto ben 148 giri (una distanza superiore a quella di due Gp).
Il tedesco ha svolto, in particolare, molti long run (ben otto come possiamo vedere dal prospetto in basso).
Terzo (e staccato di quasi un secondo e due decimi) è il campione del mondo in carica: Vettel ha alternato run medi e lunghi senza provare mai veramente un time attack in stile qualifica. Pur scontando anche lui un certo degrado delle gomme per i motivi detti sopra, il suo passo è sembrato tra i più costanti e veloci (ovviamente la nostra è un’impressione che ricaviamo dal prospetto dei tempi, ma rimane l’incognita del quantitativo di benzina a bordo).
Quarto è un indecifrabile Raikkonen. Iceman ha girato poco (“solo” 40 giri per lui), e specie nella sessione mattutina ha passato molte ore fermo ai box. Oggi era il suo esordio sulla nuova Lotus, probabile che il finnico abbia portato avanti un lavoro di familiarizzazione con la monoposto per prepararsi alla giornata di domani.
Button, settimo, la sua simulazione di qualifica l’aveva svolta martedi’, quindi oggi ha badato soprattutto a verificare il comportamento della sua McLaren sui long run: l’inglese è quello che si è spinto più in là con la durata con uno stint di 16 giri lanciati, purtroppo però un problema tecnico lo ha fermato proprio nei minuti conclusivi della sessione.
Confermano la buona impressione destata nei primi due giorni sia la Toro Rosso che la Force India. Al volante di quest’ultima si sono alternati Rossiter e Di Resta: il primo ha investito un meccanico ai box per fortuna senza conseguenze particolari, poi però nel complesso ha svolto un buon lavoro, il secondo, invece, è stato fermato da un guasto agli scarichi dopo appena sette giri.
Sauber e Williams hanno fatto esordire Gutierrez e Bottas: il messicano, bisognoso di accumulare km (e infatti ha percorso 110 giri), è comunque a meno di mezzo secondo dal tempo di Hulkenberg di ieri, mentre il finlandese si è dovuto accontentare di guidare la Williams 2012 ed è giunto alle spalle anche della Marussia di Chilton.
Battesimo anche per Pic sulla Caterham, ma lontano un secondo dai tempi fatti segnare ieri da Van der Garde.
Domani ultimo giorno di test a Jerez: gireranno Vettel, De la Rosa, Perez, Raikkonen, Hamilton, Gutierrez, Bottas, Bianchi, Vergne, Pic e Razia.
A seguire la lista dei migliori tempi di oggi e il prospetto con tutti i run dei principali protagonisti.
1 – Felipe Massa (Ferrari F138) – 1’17″879 – 85 giri
2 – Nico Rosberg (Mercedes W04) – 1’18″766 – 148
3 – Sebastian Vettel (Red Bull RB9) – 1’19″052 – 102
4 – Kimi Raikkonen (Lotus E21-Renault) – 1’19″200 – 40
5 – Jean-Eric Vergne (Toro Rosso STR8-Ferrari) – 1’19″247 – 85
6 – James Rossiter (Force India VJM06-Mercedes) – 1’19″303 – 42
7 – Jenson Button (McLaren MP4-28-Mercedes) – 1’19″603 – 83
8 – Esteban Gutierrez (Sauber C32-Ferrari) – 1’19″934 – 110
9 – Max Chilton (Marussia MR02-Cosworth) – 1’21″269 – 78
10 – Vallteri Bottas (Williams FW34-Renault) – 1’21″575 – 86
11 – Charles Pic (Caterham CT03-Renault) – 1’22″352 – 57
12 – Paul Di Resta (Force India VJM06-Mercedes) – 1’23″729 – 7

Nuova immagine
Nuova immagine (1)
Nuova immagine (2)
Nuova immagine (3)
Nuova immagine (4)
Nuova immagine (5)
Nuova immagine (6)
Nuova immagine (7)
Nuova immagine (8)
Nuova immagine (9)
Nuova immagine (10)
Nuova immagine (11)