LE MAZZONIADI – Sopravissuti ad un gran premio senza ritiri.

Ebbene si, questo appena passato è stato un gran premio record, nessun ritiro, 24 auto al traguardo. Nessuna defezione sotto la bandiera a scacchi! Record con tutte le auto partite arrivate alla fine. Chi lo avrebbe mai detto…tutti i piloti hanno tagliato il traguardo…Ecco, se non avete già smesso di leggere l’articolo, quello che ho riportato sopra è l’estenuante e continua informazione con cui Mazzoni ci ha accompagnato per tutto il finale di gara…Ormai anche i miei pesci nell’acquario vicino alla tv hanno capito che non c’è stato nessun ritiro in questo gran premio. Sapete cosa hanno imparato anche i miei pesci? Che il ponte girevole, unico nel suo genere tra le piste del mondiale di F1, è stato progettato dall’architetto valenciano Calatrava…Si si proprio lui. Lo sapete che il ponte è girevole e si chiude?

Devo dire che comunque,mosso a compassione, un po’ capisco Mazzoni & Co. quando si tratta di commentare un gran premio in una pista noiosa come questa. La giornata per i nostri prodi si è capito da come è iniziata che non poteva andare tanto bene. Pino Allievi ci ha spiegato che Hamilton ha passato la nottata a giocare ad un videogame e cercava di abbattere un orso…che questo orso per Pino Allievi, non so perchè, doveva essere Alonso…così, ormai sparare contro il buon Lewis è una disciplina top delle Mazzoniadi. Poi Mazzoni prima della gara presenta il pilota Piech, centenario in questi giorni, come un Ricardo Rosset qualsiasi…3gp e fondatore del magazine Auto und Motorsport tedesco…Forse sarebbe il caso di studiare un po’ di storia passata del motorsport…o evitare dirle certe cose. La gara poi è scivolata via tutto sommato nella solita noia con sempre le stesse cose dette e ripetute. Con l’infarto quasi in diretta tv da parte di Gianfranco alla partenza e quando Alonso è passato secondo, e con le solite leccatine pro ferrari qua e la. Perchè ricordate che Bianchi terzo pilota ferrari, il cui manager è il figlio di Todt ricordiamolo, ha fatto una grande rimonta in gara 2 di gp2…è riuscito ad arrivare fuori dalla zona punti1 Alonso ci mette cuore grinta, si spinge sempre oltre l’ostacolo…come che gli altri piloti fossero li a fare da contorno. Via via fino alla fine. Quando, stremato dalla noia del gp e del commento, pensavo di aver sentito tutto con Hamilton che arriva in quarta posizione arrivando quarto sul traguardo, ci hanno pensato Lauda Alesi e la sempreverde Stellina Bruno a ridarmi forza…

Lauda chiamando Monprezzo,Monteprezzolo o Monteprezzemolo, Luca Cordero di Montezemolo. Alesi con la sua maglietta trasparente, sotto la giacca, da attore porno di basso rango degli anni 80. E Stellina Bruno con la sua impeccabile domanda da Hamilton: “Lewis,down the podium…a pity”…e Lewis anche gli risponde!!!

Ormai allo stremo delle forze solo una cosa ha salvato la mia domenica…scoprire che il mitico Taki Inoue è su twitter! @takiinoue…lui si che è stato un funny driver, altro che Kobayashi come dice sempre, senza sapere che vuol dire, Stella Bruno! Andatevi a vedere che è successo a Taki Inoue al gran premio di Ungheria del 1995.