Mark Webber: Dio aiuti la F1,anche i doppi punti no!

E’ un Webber tranquillo, in pace con se stesso quello che parla nella pagine dell’autorevole Motorsport Magazine.

Vettel mi ha battuto? Dormo tranquillo comunque la notte. Certo le cose dopo il 2010 tra noi non sono andate bene, ma non posso non dire che il ragazzo sia un fenomeno. Guardate solo Singapore quest’anno…e sul giro singolo è il migliore. Alonso però  è migliore in condizioni di gara. Comunque sono dell’idea che Seb non resterà a lungo in F1, passerà alla Ferrari e poi ciao.

Ho lasciato la F1 nel momento giusto. I lunghi viaggi e il continuo mantenimento del peso limite corporeo cominciavano a pesarmi. Inoltre non so proprio dove sta andando la F1 ultimamente. Drs, gomme che durano un giro, circuiti senz’anima e ora, Dio ci salvi, i doppi punti.

La F1  è diventata troppo complicata e non ne uscirà più. Steward che ti si attaccano al culo per controllare tutto. Perdi posti in griglia se ti si guasta una centralina. Non puoi nemmeno più avere l’onore di portare la tua Bandiera nel giro d’onore. Io sono cresciuto con le immagini di Senna e Prost con fieri dei loro vessilli a fine gara. Perché oggi non si può?

Troppe indagini a fine gara, non si accetta più un errore umano e se sbagli lo paghi il weekend successivo partendo ultimo.

I circuiti sono tutti uguali,stessi cordoli,stesse vie  di fuga. Solo Suzuka è diverso da tutti…hanno rovinato anche Spa.

Vogliamo parlare del drs? Chi rischia più un sorpasso? Prendi Interlagos. Perché mai dovrei rischiare un contatto alla prima curva quando so che se aspetto il rettilineo dopo apro l’ala e via. 50 km/h in più e ciao. Tutto questo è avvilente. Hanno rovinato i sorpassi.

Ho sempre voluto un po’ di degrado nelle gomme. Ma a quello che siamo arrivati è troppo. Più del pilota sembra l’ingegnere che corre. Ogni due secondi a dirti cosa puoi e non puoi fare. Quest’anno a Montecarlo ho cominciato a gestire le gomme dalla curva del casino. Stop gara finita li, poi una processione. Valentino Rossi a fine gara mi ha detto che si è sentito in imbarazzo per noi.

Gente come Hamilton in questa F1 non può mostrare il suo vero potenziale….

Insomma tanti pensieri di Mark, che si dice in forma e pronto di voler vincere Le Mans con Porsche…a noi resta l’idea che più piloti schietti e sinceri come lui farebbero bene a questa F1

mark-webber-pic-getty-images-754087804-138205