Master and Commander

In quella che io chiamo le ‘Domeniche da divorzio’ ove F1 e IndyCar già da sole possono rilevarsi una combo micidiale per la vita di coppia, abbiamo assistito a due eventi davvero gratificanti per noi tifosi ed appassionati, ossia i sorpassi di Daniel Ricciardo a Shanghai e Sebastien Bourdais in quel di Long Beach.

Il primo, è stato autore di un clamoroso week-end iniziato con la rottura del motore nelle libere e culminato con la vittoria nel Gran Premio della Cina, agguantata a suon di sorpassi decisi ma al tempo stesso mai al limite del regolamento, (capito Max?) soprattutto quello ‘vittoria’ ai danni del leader Bottas, effettuato in una zona non proprio da sorpasso e senza ausilio dell’odiato DRS. Davvero da manuale.

 

Poche ore dopo è stato Bourdais da Le Mans a dare sfoggio di tutta la sua classe con addirittura un triplice sorpasso ai danni di Spencer Pigot, Matheus Leist e Scott Dixon, seppur i primi due già fuori dai giochi in quanto doppiati. Chi di voi guardandolo in diretta non ha detto “ok, adesso si schianta a muro.”

 

Sono loro i nostri Master and Commander di questa bellissima Domenica di motorsport appena trascorsa, sperando sia la prima di una lunga serie.

 

Roberto Del Papa – @papix27