Monza, è pronto il rinnovo. “Firma nel weekend”

Mentre sale l’attesa per il Gran Premio d’Italia in programma questo fine settimana, sembra avvicinarsi la fine dell’interminabile querelle sul futuro della gara di Monza. In una conferenza stampa tenutasi presso l’autodromo monzese alla presenza di diverse autorità sportive e istituzionali, il Presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani ha dichiarato che le trattative con la FOM per il rinnovo del contratto sarebbero in dirittura d’arrivo.

“I contratti sono pronti e dovrebbero essere scambiati nelle prossime ore”, ha detto Sticchi Damiani. “Le parti, nelle persone dei rispettivi legali, dovrebbero ricevere le copie a breve e speriamo di poter apporre la firma nel corso del weekend di gara, per poter annunciare il rinnovo proprio nel corso dell grande festa che è il GP d’Italia. Ho trovato le persone giuste per portare avanti questa battaglia, un gruppo forte unito dalla passione per Monza, il GP, la storia dell’evento: perdere la gara sarebbe stato inaccettabile”.

Nella fattispecie, l’accordo prevederebbe la disputa della gara monzese per le prossime tre stagioni al netto di un versamento di 68 milioni di dollari. “La FOM ha richiesto un aumento della quota partecipativa vicino ai 17 milioni, il Governo ha avallato l’utilizzo di tutte le risorse necessarie al di là del Patto di Stabilità. Fino a quest’anno l’evento sostanzialmente si autofinanziava, ora non potrà più essere così, non è pensabile un pareggio di bilancio e sarà fondamentale l’organizzazione di attività collaterali a supporto del Gran Premio”.

Sticchi Damiani ha ringraziato, tra gli altri, il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni per la fondamentale svolta data alle trattative con il proprio ingresso in campo. Dal canto suo, Maroni ha parlato di un impegno importante in vista delle prossime edizioni del Gran Premio di Formula 1 e, in generale, di investimenti sostanziosi sul Parco di Monza e le sue strutture. “Vogliamo proporre il Parco come patrimonio dell’umanità riconosciuto dall’UNESCO, facendone un polo di attrazione a livello internazionale” le sue parole. “E’ stato inoltre avallato un piano di investimenti da 70 milioni di euro tra parco e autodromo, a cui si aggiungono 20 milioni destinati alle sole spese di esercizio del complesso”.

Nel frattempo, per il presente fine settimana di gara sono state incrementate le operazioni di sicurezza e gli spettatori saranno controllati attraverso dei metal detector. Tra le attività di contorno, è stata organizzata per domani (Giovedì 1 Settembre, ore 18.00) una partita di calcio a cinque tra una selezione di piloti e alcune “leggende del pallone” riunite dal main sponsor dell’evento, Heineken. La sfida si svolgerà sul rettilineo di partenza, dove sarà approntato un terreno di gioco sintetico; il ricavato dell’evento andrà in beneficenza alle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto.

Edoardo Vercellesi – Twitter: @edoverce97