Motorsport ed Olimpiadi parte II. FIA e CIO si cercano,ecco come. Mentre Al Attiyah…

Motorsport alle Olimpiadi parte 2. Dopo la nostra precedente analisi http://motorsportrants.com/formula-1/motorsport-alle-olimpiadi-serve-un-idea-eccola/ , nel mentre dello svolgimento dei giochi si è parlato dell’argomento anche tra i media e gli adetti del settore. Una la voce più autorevole di tutti. Quella si Nasser Al Attiyah vncitore della Dakar 2011 e vincitore della medaglia di bronzo per il Qatar a Londra nel tiro al piattelo. Nasser dice chiaramente che il momento dell’intorduzione del motorsport alle olimpiadi è buono e vedrebbe di buon occhio degli eventi all’interno dello stadio tipo le sfide ROC della race of champions. Di sicuro ci sono alcuni elementi più chiari ora che nel recente passato. La decisione essenziale della FIA di aderire alle regole antidoping del CIO ( il comitato olimpico). La rimozione della regola da parte del CIO che alle olimpiadi è vietato qualsiasi sport che dipenda dalla propulsione meccanica. Sono due elementi di cui non si può non tenere conto…quasi essenziali. Rimane ora solo che sedersi attorno al tavolo e parlarne. Il numero massimo di discipline ammesse alle olimpiadi è regolamentato dal CIO in 28 tipologie, oggi siamo a 26. A Rio nel 2016con golf e Rugby saranno quindi 28,ma c’è da credere che il motorsport per seguito ed importanza non avrebbe difficoltà ad essere ammesso. L’attuale presidente del CIO Rogge è contro l’ammissione del motorsport, ma il suo mandato scade il prossimo anno ed il successore potrebbe pensarla diversamente.