Categorie
Formula 1

Ne resterà soltanto uno. F1 verso Abu Dhabi

Manca poco,siamo al crepuscolo del mondiale 2010. Archiviato il mondiale construttori vinto dalla Red Bull ad Abu Dhabi si deciderà il titolo piloti.

Scagli la prima pietra chi,dopo le prime gare fino ad inizio estate, pensava che il titolo piloti fosse deciso all’ultima gara…Sento ben poco rumore di pietre mi pare.Nonostante una Red Bull siderale, Alonso e la Ferrari grazie indubbiamente ai loro meriti, hanno mantenuto il mondiale vivo fino all’ultimo. Nascosta dietro un fairplay paritario tutto inglese per quanto riguarda il titolo piloti, in Red Bull ora rischiano di perdere il titolo che più importa ai tifosi,quello piloti…nonostane come sappiamo fuori italia si dia molto senso al costruttori. Nella logica di non volere favorire nessun pilota ora Red Bull,se come prevedibile Alonso arriverà ancora a podio,dovrà smentirsi  e fare per forza il gioco di squadra a favore di Webber,altrimenti il mondiale andrà perso. La sensazione è che in Red Bull,ed Helmut Marko su tutti, non vogliano Mark campione,anche per dare un senso al vivaio piloti messo in piedi in questi anni,che in tutta onestà ha portato il solo Vettel al top…e per poco lo lasciavano alla Bmw. Mark invece è sempre stato sotto l’ala protettrice di Flavio. Non è la prima volta che i favoriti al titolo perdano sul filo del rasoio…chiedere a Regazzoni o Reutamann,ma è la prima volta che forse succede ad un team con una vettura tanto potente e superiore.Il nostro cappello va giù per tutta questa incertezza di fronte ad Alonso ed alla Ferrari per una costanza impensabile dopo il Gp del Belgio e non si sa mai che tra i due litiganti goda il terzo…anche grazie a quei5punti in più tedeschi raccimolati da Fernando nei confronti di Felipe…ordine di squadra ferrarista preso perché solo Alonso sembrava essere in grado di lottare x il titolo.In tutto questo non dimentichiamo Lewis Hamilton che ha difronte a lui un impresa disperata nel recuperare24punti…più che nelle sue capacità deve sperare per forza nelle rotture di Red Bull e Ferrari. Lewis forse deve un po’ biasimare se stesso per le occasioni sprecate nelle ultime gare,ma l’impressione è che abbia dovuto corre al di sopra delle potenzialità della sua monoposto argento…e in questo caso si sa, gli errori possono capitare.Pronti a rivivere il remake del mondiale 1981 ci avviamo verso la terra araba di Abu Dhabi…gli utlimi300km saranno i più intensi dell’anno e l’affidabilità,ancor prima dei nervi saldi dei piloti,la farà da padrone.

Di depaillerontyrrellp34

F1 EDITOR + endurance,technical,history, editor
rturcato@motorsportrants.com
twitter: @rturcato83 @motorsportrants