Schumacher: c’è maggiore ottimismo

michael-schumacher-ferrari-741022

Dopo un comunicato stampa interlocutorio (che ribadiva il carattere “stabile” e “critico” delle condizioni di Schumacher), nella serata di ieri le parole di Sabine Kehm, portavoce del tedesco, hanno aperto margini di ottimismo che rassicurano almeno in parte tutti coloro i quali attendevano news positive.

Il prudente bollettino medico del pomeriggio recitava: “Lo stato clinico di Michael Schumacher è considerato stabile e il paziente rimane costantemente monitorato. Tuttavia, l’équipe medica tiene a sottolineare che le condizioni di Michael restano critiche. Per tutelare la privacy del paziente non daremo dettagli sul trattamento e non saranno programmate altre conferenze stampa per il futuro. Insistiamo, ancora una volta, nel rispettare il segreto professionale e di attenervi esclusivamente alle informazioni date dall’équipe medica o dal management del pilota. Queste sono le uniche informazioni che potrete ritenere valide”.

Dunque un nuovo richiamo al rispetto della privacy e una conferma sostanziale delle precedenti comunicazioni ufficiali.

In serata, come accennato sopra, ha parlato la Kehm, precisando che: “è stato fatto un grande passo avanti nelle condizioni dell’ex pilota di F1. Il momento tragico è passato. Non si può parlare di pericolo di vita ormai alle spalle, ma c’è una sorta di sospiro di sollievo generale. Anche la famiglia vive una situazione di maggiore relax. Inizia una fase lunga ma meno difficile”.

Domani, invece, per le ore 11 è in programma una conferenza stampa congiunta in cui inquirenti e Gendarmeria faranno il punto sulle indagine volte a chiarire la dinamica dell’incidente di Schumacher.