SFIDE SU VILLENEUVE: GRANDI IMMAGINI E QUALCHE ERRORE

Ieri sera è andato in onda sfide dedicato a Gilles Villeneuve. Un tuffo al cuore certe immagini. Auto bellissime e diversissime. Piloti uomini fuori dal normale con due palle grandi come cose che convivevano ogni gara con macchine potenzialmente mortali. Immagini spettacolari della vera F1 che fu e immagini tristi di tanti ragazzi che ci hanno lasciato troppo presto dopo averci tenuto compagnia le domeniche pomeriggio.

Sfide è un programma bellissimo degno di essere trasmesso in prima serata e non dopo Fabio Fazio che sfora. Però qualche piccolo appunto da appassionati dobbiamo farlo. Senza voler dire nulla del lavoro di altri, comunque innegabile che qualche errore ieri sera ci sia stato. Il brutto di fare questi episodi sulla F1 che fu è che ti trovi davanti veri appassionati a cui certi dettagli non sfuggono ed è difficile capire come siano potuti sfuggire a chi era li a preparare la puntata. Vado un po’ a ricordo da ieri sera. La turbo Renault debuttò nel 77 e non nel 79. La Brabham fan car era del 1978 e non del 79. La T5 Ferrari del 1980 non era turbo, ma la Ferrari turbo debuttò solo alle qualifiche del gp di Imola a fine anno. Scheckter non era l’orso, ma l’orso era Denny Hulme. Molti filmati spesso non erano in sintonia con quello che si stava facendo vedere. Camera car del 1980 spacciati per 77. Camera car della Ligier di Laffite al posto della Tyrrell del 77.Mancava Jarama 1981. Poi quel camera car di Giacomelli a Monza 78 usato sempre e non capisco perché, anche nel finale di trasmissione…sarà stato ingannato dal casco arancione di “Jack O’Malley” chi ha montato quel pezzo?

Ovvio ci sono stati molti aspetti positivi anche. Immagini e colonne sonore bellissime,l’aneddoto di Montezemolo su Lauda che guidava di culo, Forghieri, Scheckter l’intervista al drake, che non dava ordini di squadra…sono uomini diceva , e sono stato pilota anch’io so cosa vuol dire. Il ricordo dei tanti ragazzi scomparsi. Peterson, Lauda…mica si vedono tutti i giorni cose così…purtroppo.

Scusami Sfide per queste annotazioni. E’ che siamo talmente invasi dal calcio che quando c’è uno speciale così, noi veri appassionati ci accorgiamo di queste cose, ripeto nulla a togliere del lavoro di nessuno.

Vostro fedelissimo Patrick Depailler on Tyrrell p34