Monaco: Buemi vince e la Formula E convince!

Il sold out registrato a Monaco in occasione dell’ePrix di Formula E non è stato frutto del caso o di ben riuscite strategie di marketing. il campionato di Alejandro Agag piace, convince, diverte. E la giornata appena conclusasi ne è l’ennesima dimostrazione: maxi-incidenti, sorpassi, tira e molla, cambio vetture, strategie, liti. Un “minestrone” ad alta tensione in cui spicca un nome: Buemi. Pole e vittoria, ma Vergne gli nega la gioia di segnare il giro veloce. Poco male, in fondo Sebastien porta a casa un bottino di 28 punti (25 per la vittoria e 3 per la pole) e risulta essere il primo pilota a conquistare due centri nel corso di questa stagione.

Gara caldissima già prima della partenza, vedendo i risultati delle qualifiche. Insomma, 20 piloti racchiusi in 1.4 secondi fanno una certa impressione! Molto vicini, al limite del contatto (fisico) anche Nelson Piquet Jr e Lucas Di Grassi, con il primo che ha accusato il connazionale di averlo volontariamente bloccato alla Rascasse, relegandolo in quarta posizione: “È divertente pensare che proprio lui è il pilota che passa più tempo dai commissari per motivi di traffico in qualifica. Ovviamente, ha rovinato anche il mio ultimo settore.” D’accordo che c’è un alta presenza di ex-F1 in griglia, ma arrivare a replicare i fatti delle qualifiche del Gp di Monaco 2006 è un’esagerazione!

Tensione alta anche subito dopo la partenza, con un incidente in pieno stile “big one” americano appena dopo St. Devote. Tra musetti devastati e ali posteriori a zonzo sul tracciato, a farne le spese maggiori sono Alguersuari e Senna, con quest’ultimo che ha evitato per poco il ribaltamento dopo essere decollato su un’altra vettura. Gli altri 5 piloti coinvolti (Abt, Duval, Liuzzi, Duran e Vergne) sono rientrati prontamente nei box per saltare sulla seconda vettura. Impossibile terminare la gara solo con una batteria, ma i 2 punti del giro più veloce possono fare molto comodo nell’economica di campionato.

Rientrata la safety car, le fasi di gara hanno ampiamente sbugiardato chi si aspettava una corsa senza sorpassi. Diversi i confronti ravvicinati (a volte anche troppo, come nel caso di Trulli e Heidfeld) che si sono protratti fino alla fine della corsa specialmente tra le prime posizioni: Di Grassi che tenta l’attacco a Buemi subito dopo il pit stop del francese, ma deve accodarsi finendo nel mirino di Piquet nel finale, che lo attacca a si sfiora il contatto. A quel punto Nelson inizia a rallentare per preservare la batteria, giungendo quasi al photofinish con Bird, giunto 4°.

In tutto questo, i piloti rimasti coinvolti nell’incidente del primo giro hanno dato vita ad una competizione a parte, alla ricerca del giro veloce, seppur tentando di risparmiare la batteria effettuando diversi giri a bassa velocità. Sembrava esserci riuscito Loic Duval (dimostratosi, una volta di più, un signor pilota visto anche il 4° posto nelle qualifiche, divenuto poi un 14° per la sostituzione del sistema RESS) ma è stato poi scavalcato da Vergne. Da sottolineare anche la prestazione di Da Costa, giunto a punti dopo essere partito penultimo per uno “scambio di opinioni” con il rail del Tabaccaio.I risultati dell'ePrix di Monaco

Prossimo tappa il 23 maggio nel centro di Berlino, sul circuito ricavato all’interno dell’aeroporto di Tempelhof. Terzultimo appuntamento prima di chiudere una stagione decisamente positiva. E se si riusciranno a realizzare anche solo la metà degli ambiziosi progetti previsti per il futuro, la serie continuerà sicuramente a prosperare, viste le premesse!

 

I piloti della Formula E a MontecarloClassifica piloti: 1) Di Grassi – 93 punti 2) Piquet – 89 punti 3) Buemi – 83 punti 4) Prost – 77 punti 5) Bird – 64 punti 6) D’Ambrosio – 52 punti 7) Da Costa – 45 punti 8) Vergne – 34 punti 9) Alguersuari – 30 punti 10) Senna – 28 punti …

Classifica costruttori: 1) eDams Renault – 160 punti 2) Audi Sport ABT – 115 punti 3) Virgin Racing – 94 punti 4) Nextev Tcr – 93 punti 5) Andretti Formula E – 82 6) Dragon Racing – 76 punti 7) Amlin Aguri – 48 punti 8) Mahindra Racing 46 punti 9) Venturi – 16 punti 10) Trulli – 12

Lorenzo Michetti