AER fornirà i motori della Indy Ligths dal 2015

Sarà l’accoppiata Dallara/AER a muovere la Indy Lights dal 2015. Il noto costruttore inglese fornirà in esclusiva il suo colladuatissimo 2.2L che da tempo muove i suoi passi nelle svariate categorie mondiali per vetture sport.

Infatti la NZR Consulting, la quale affianca la Andersen Promotions sotto l’aspetto tecnico, ha individuato nel 2.2 turbo 4 cilindri AER il miglior partner per il nuovo telaio italiano e la scelta è stata immediatamente accolta con totale assenso da parte dei team che avranno a disposizione sin da subito una piattaforma performante e soprattutto collaudata, con le piccole modifiche del caso per adattarla alle richiese del telaio Dallara.

Il motore potrà essere rimarchiato qualora si trovasse un buon nome disposto ad investire nella serie che sta cercando disperatamente il rilancio dopo anni di buio assoluto. “Ad un certo punto avevamo offerte da Honda, Nissan e BMW, ma le loro non erano abbastanza convincenti per noi, in quanto cercavamo un marchio che potesse impegnarsi commercialmente oltre che tecnicamente, investendo seriamente nel campionato. La Mazda ci ha detto subito di no visto che si sta impegnando già tanto nella Road to Indy e nell’endurance.”

Secondo Dan Anderson quella di scegliere la AER è la miglior soluzione. “Con i motori AER avremo l’opportunità di coinvolgere un marchio che potrà dare il suo nome al motore senza impegnarsi eccessivamente e la cosa porterà dei vantaggi per quanto riguarda i premi campionato e la promozione dello stesso.”

Dal lato tecnico il motore è capace di 520 cavalli, potenza che verrà diminuita a 400hp per il suo impiego su monoposto, valore a cui poi verranno poi aggiunti 50 cavalli con l’utilizzo del push-to-pass che farà anch’esso il suo debutto nella Lights. Il dato più interessante però è la sua durata, stimata addirittura per 6000 miglia cioè l’intera durata del campionato!.

Roberto Del Papa