Alonso alla Indy500, una vittoria del motorsport!

Ormai lo sanno anche i muri, Fernando Alonso correrà nella 101esima edizione della Indianapolis 500 e l’hype è a mille, soprattutto qui in Europa dove l’asturiano dal passato ‘in rosso’ è ritenuto ancora il miglior pilota in circolazione dai più ed è riuscito a far parlare di IndyCar anche al TG regionale. Un progetto architettato fin nei minimi particolari da Zak Brown, nuovo direttore sportivo della McLaren che porterà il marchio inglese ad Indy dopo 38 anni di assenza seppur in forma ufficiosa.

Ahimè, leggendo in giro i soliti commenti poco educati ad articoli improvvisati e giusto un po’ pieni di strafalcioni – magari da chi aveva promesso di trasmettere le gare live -, noto con assoluto dispiacere che non si è perso tempo a denigrare lo spagnolo e la sua scelta di intraprendere questa affascinante avventura, non consci magari di quanto coraggio possa costare ad uno che se mai ha corso su un ovale è da seduto sul divano alla Playstation, né del fatto che Indianapolis non sia solo accelera e curva a sinistra. Sarebbe carino per una volta lasciare da parte i colori per cui teniamo, dimenticare quello che anche in modo un po’ negativo ha rappresentato Fernando per gli amanti del Cavallino, cestinare una volta per tutte questa F1-centricità che ormai sembra offuscarci la ragione e lanciare un augurio sincero a un vero animale da gara che nel motorsport crede veramente nella sua forma più romantica in tutte le sue sfaccettature.

Si perché Alonso ad Indianapolis non è né una conquista per la IndyCar, né una sconfitta per la Formula 1, ma è una magnifica vittoria del motorsport, il trionfo della passione di andare a più di 300 all’ora accettando nuove sfide e la ricerca di nuovi traguardi da tagliare; chissà che dopo Monaco – vinta due volte – non possa arrivare Indy e poi Le Mans, altro obiettivo da raggiungere, per coronare il sogno della ‘Triple Crown’ riuscita solamente a Graham Hill.

L’appuntamento con la storia è per il 28 Maggio alla 18.00 e spero ci siate tutti a godervi questo spettacolo chiamato motorsport, il nostro sport!

Roberto Del Papa – @papix27