Barrichello in IndyCar: è fatta!

Manca ormai solo l’ufficialità, ma a questo punto possiamo affermare con certezza che Rubens Barrichello sarà al via della prossima stagione di IndyCar al volante della Dallara-Chevrolet del team KV Racing.
L’annuncio avrà luogo in una conferenza stampa che si terrà in Brasile nei prossimi giorni, probabilmente già domani.
Il pilota brasiliano, 39 anni, avrà come compagni di squadra l’amico Tony Kanaan (tra i maggiori artefici del suo sbarco in America) ed il venezuelano Viso, alfieri del team di Jimmy Vasser già nella passata stagione.
L’accordo è stato reso possibile dall’intervento di uno sponsor brasiliano, che dovrebbe essere l’azienda di costruzioni Brasil Maquinas.
Una conferma indiretta viene dalle parole di alcuni dei piloti più rappresentativi del campionato, che parlano di Barrichello già come di un protagonista del prossimo campionato.
Il campione in carica Dario Franchitti ha dichiarato: “Avere Rubens nella serie sarebbe del tutto positivo, sarebbe grande. Se ponsiamo a quello che lui porta…Quando ha avuto una macchina potenzialmente vincente (Ferrari, Brawn), ha vinto. Sebbene spesso non gli era permesso vincere in Ferrari…” (riferimento ironico ai discussi ordini di scuderia). “Ma anche al di là delle sue capacità di guida, la sua presenza è positiva perchè porta alla serie maggiore riconoscimento internazionale e aumenta il livello della competizione”.
Helio Castroneves, 3 volte vincitore della Indy 500, si è detto ammirato e ispirato dalla passione del connazionale: ” Abbiamo corso insieme solo una volta nei kart nel 1988 (lui era già una promessa, io stavo appena iniziando), ma vedo in lui esattamente la stessa passione di allora. Io lo ammiro perchè…beh, mettiamola cosi: se si fosse ritirato avrebbe potuto godersi una vita fantastica e comoda lontano dalle corse, invece lui vuole continuare. Questo per me è fonte di ispirazione: anch’io sono cosi, anche io voglio continuare a correre il più a lungo possibile.”
Anche Will Power ha voluto dare, per cosi dire, il suo benvenuto a Rubens: “Sarebbe fantastico avere Barrichello in IndyCar, penso che anche gli altri piloti la pensino cosi. Avere qualcuno con cosi tanta esperienza e successo in F1 nel nostro campionato sarebbe positivo per noi e penso che anche lui si divertirebbe vista la grande varietà dei circuiti dove corriamo.”
E proprio queste ultime parole ci portano a quello che rimane l’ultimo dubbio: Barrichello correrà anche sugli ovali? E se si, lo farà su tutti o solo ad Indianapolis?