Brevi Indy: Bruno Senna si Indy no ovali, nuovi nomi nel direttivo Hulman, Dallara è Lights per il 2015 ed altro…

INDYCAR SERIES

Bruno Senna si alla IndyCar ma niente ovali: Il nipote dell’indimenticabile Ayrton trova noiose le gare endurance in GT ed è così che sta rivolgendo le sue attenzioni verso la IndyCar, campionato in cui vorrebbe partecipare l’anno prossimo ma con delle precise restrizioni, ossia niente ovali se non Indianapolis. Il brasiliano ha già contattato alcuni team per sapere se sarebbero disposti ad un programma con lui per i soli stradali e cittadini, sulla falsariga di Mike Conway, e per ora il progetto dello sbarco negli USA è ancora in fase embrionale. “Non voglio correre sugli ovali per questioni familiari” ha rivelato Bruno ai media brasiliani. “Questo limiterà le mie possibilità di vincere il campionato e non tutti sono a favore di questo impegno part-time“. Ayrton ebbe un assaggio di IndyCar nel 1992 con un test organizzato da Penske al Firebird Raceway.

Nuovi nomi nell’organico INDYCAR: Connell O’Donnell e Jay Frye sono i nuovi innesti dirigenziali all’interno della Hulman Motorsports, holding che detiene il controllo dell’Indianapolis Motor Speedway e della INDYCAR. Il primo rivestirà la carica di Chief Marketing Officer e si occuperà di marketing e comunicazione, mentre il secondo sarà il nuovo Chief Revenue Officer e si occuperà di sponsorizzazioni, licenze oltre all’arduo ruolo di far quadrare i conti. O’Donnell ha coperto un ruolo simile alla Ford Motor Company, Frey è conosciuto per aver diretto vari team in NASCAR tra cui il Red Bull Racing.

1 o 9? Questo è il dilemma: Il Target Chip Ganassi Racing è indeciso su quale numero scegliere per la vettura del neo-campione 2013 Scott Dixon. Il regolamento IndyCar non obbliga il campione appena coronato a correre con il n.1 l’anno seguente e sembra che la Target sia favorevole a mantenere il 9 per ovvi motivi di marketing. Nella sua indecisione shakespeariana il team di Chip ha indetto una votazione per i fans sulla sua pagina Facebook.

Panther Racing non abbassa la ‘guardia’: La perdita della milionaria sponsorizzazione della National Guard non ha scoraggiato il Panther Racing che sembra aver definito con precisione i piani per il 2014. “Durante le prossime tre settimana faremo dei test con vari piloti e posso dire che ho in piano di schierare una seconda auto” ha detto il team-owner John Barnes. Il leader di Panther Racing ha anche affermato che recenti licenziamenti in seno al team non devono preoccupare, sono necessari perché durante la stagione si tende ad assumere in numero maggiore alla effettiva richiesta ed è per questo che i team sono favorevoli alla ‘Winter Season’.

Sato in pole per la conferma da Foyt:Non aspettatevi grosse sorprese per il 2014, il piano è di tenere Sato e stiamo lavorando sugli ultimi dettagli“, quest le parole del general manager del team texano Larry Foyt. La ABC Supply tornerà come sponsor e continuerà il sodalizio con Honda per i motori.

Dreyer & Reinbold lavora sul ritorno: Il team di Dennis Reinbold e Robbie Buhl sta lavorando forsennatamente per tornare in IndyCar dopo lo stop stagionale post-Indianapolis per mancanza di fondi. Il team dell’ex-pilota IRL sta cercando partnership con altre scuderie e qualcosa sembra muoversi per il verso giusto. Ne sapremo di più nelle primissime settimane del 2014.

James Hinchcliffe in corsa per miglior sportivo canadese: Il sindaco di Hinchtown è in nomination per il titolo di 2013 Canadian Athlete of the Year, che verrà assegnato tramite votazione popolare attraverso il portale internet sportsnet.ca.  Le votazioni chiuderanno il 15 Novembre.

 

INDY LIGHTS PRESENTED BY COOPER TIRES

Dallara si aggiudica il nuovo telaio: Come da pronostico la Dallara Automobili si è aggiudicata la produzione in esclusiva del nuovo telaio per la Indy Lights che debutterà in gara nel 2015. Al contrario della IR12 la nuova creazione (IL15?) sarà completamente realizzata nello stabilimento americano di Indianapolis, che sorge a pochi passi dall’Indianapolis Motor Speedway. Dalle prime notizie trapelate le forme della nuova ‘leggera’ si avvicineranno molto a quelle della sorella maggiore, creando quella sinergia estetica che c’è tra F1 e GP2 in Europa. Già da quest’anno ci saranno degli aggiornamenti per i telai attualmente in uso.

Zack Meyer con Team Moore: Il ventunenne pilota di Toronto debutterà in Indy Lights con il team Moore, che ha lanciato la carriera in IndyCar di un altro eccellente canadese, James Hinchcliffe. Meyer proviene dalla Pro Mazda dove ha concluso il campionato 2013 al sesto posto.

 

PRO MAZDA CHAMPIONSHIP PRESENTED BY COOPER TIRES

WinterFest ecco le date: La Pro Mazda ha annunciato le date della Cooper Tires WinterFest, serie ‘invernale’ che si disputerà nelle tiepide New Orleans e Birmingham, Alabama. La mini-serie è costituita da 6 date: le prime tre gare si disputeranno il 21/22 Febbraio al NOLA Motorsports Park di New Orleans mentre le ultime tre sono programmate per il 25/26 Febbraio al Barber Motorsports Park. Stesso calendario anche per la USF2000.

 

Roberto Del Papa