Brevi Indy: Trattativa Montoya/Andretti, test sul circuito Indy-F1, Brabham campione Pro Mazda e altro…

IZOD INDYCAR SERIES

Montoya in contatto con Andretti: Il colombiano è in trattativa con Michael Andretti per rientrare in IndyCar dopo la sua lunga permanenza in NASCAR con Ganassi che non è andata decisamente come da aspettative. “Ho parlato con Juan riguardo alla IndyCar e gli ho detto: ‘cerchiamo di trovare un modo per mettere insieme qualcosa’“, ha detto Andretti alla AP. “Ho guidato contro di lui e penso che sia uno dei migliori piloti che abbia mai affrontato. Si tratta di trovare la giusta sponsorizzazione. La stiamo cercando, e se ci sarà una possibilità, abbiamo voglia di fare qualcosa con lui.” Quest’anno scadrà il contratto di James Hinchcliffe, e per il canadese a decidere sarà anche GoDaddy, che dovrebbe rimanere legata al team Andretti Autosport, anche se Michaeal si è affrettato a sostenere che le le questioni Monyota e Hinchcliffe non hanno legame tra loro da questo punto di vista. A questo punto della stagione Andretti è fiducioso di poter schierare cinque vetture per l’anno prossimo, anche se per Hinchcliffe sembra si stia muovendo il team Ganassi, il quale ha sempre detto di voler tornare a schierare una quarta Dallara/Honda.

Test sul circuito Indy F1: A Settembre le vetture della IndyCar sosterranno un test sul circuito F1 dell’Indianapolis Motor Speedway in modo da saggiarne le caratteristiche per un possibile GP il prossimo anno, che farà da apertura al mese di Maggio che porta alla Indy 500. Secondo fonti non ufficiali i piloti che scenderanno in pista affronteranno non solo la configurazione F1 (oraria) ma anche quella MotoGP (antioraria) usata nel recente GP di Indianapolis. L’idea è stata promossa dalla Boston Consulting Group, che ad inizio anno ha sostenuto una vasta ricerca di mercato per conto della IndyCar.

Ryan Briscoe a Sonoma: Ryan Briscoe tornerà al volante della Dallara/Chevy #4 del Panther Racing per il round di Sonoma, circuito dove trionfò lo scorso anno quando ancora era pilota Penske. Il pilota australiano si era fratturato un polso a Toronto e da allora era rimasto lontano dai campi di gara.

E’ morto Floyd Ganassi: Il papà di Chip Ganassi è venuto a mancare ieri all’età di 87 anni. Grande appassionato di motori come il figlio Chip, è stato sempre un caposaldo del team americano non volendo mancare mai ad una corsa. “Gli compro un team se la smette di guidare auto da corsa” disse Floyd dopo il terribile incidente di Chip al Michigan Speedway nel 1984. “Ama le corse e voglio che resti nel mondo dei motori, ma non più come pilota.” Ora quello della famiglia Ganassi è un vero e proprio impero del motorsport con auto iscritte in IndyCar, NASCAR e Grand-Am.

Luiz Razia si affaccia all’America: Il brasiliano Luiz Razia ha ammesso ai microfoni di Sky Sport di non poter fare il suo sbarco in F1 per motivi finanziari e quindi sta rivolgendo i suoi interessi alla IndyCar o alla 24ore di LeMans. “Oggi la F1 è controllata dai soldi, poi viene il talento ed io di soldi proprio non ne ho“, ha detto il brasiliano. “Siamo a fine Agosto e non si è mosso niente, se continua di questo passo mi rivolgerò altrove, magari alle gare GT o in IndyCar“.

Milwaukee 2014 a rischio: Il gruppo Andretti Sports Marketing ha ammesso che senza un title sponsor il round di Milwaukee è a rischio per il prossimo anno. Al suo posto potrebbero subentrare o Road America o l’ovale di Chicagoland, entrambi nella stessa zona. Rispetto a quest’anno il calendario 2014 non presenterà significative variazioni.

 

FIRESTONE INDY LIGHTS

Arriva il Pabst Racing: A Baltimora ci sarà l’ingresso di un nuovo team nella Indy Lights, il Pabst Racing. La scuderia di Augie Pabst farà debuttare il canadese Dalton Kellett, 19 anni, che sta affrontando con il team Pabst il campionato USF2000. L’obiettivo della scuderia Pabst è quello di poter partecipare a tutto il campionato 2014 con due monoposto.

 

PRO MAZDA CHAMPIONSHIP

Brabham campione 2013: A Trois Rivieres  il giovane statunitense Matthew Brabham ha conquistato il titolo di campione della Pro Mazda Championship 2013, grazie alle due vittorie conquistate sul cittadino canadese. In gara 1 Brabham ha avuto la meglio di Ferreira e Piedrahita, podio che si è ripetuto anche in gara 2.

Classifica Gara 1, Classifica Gara 2

 

Roberto Del Papa