E’ morto a 90 anni Andy Granatelli

Ci ha lasciati all’invidiabile traguardo dei 90 anni Andy Granatelli, mito del motorsport USA che negli anni ’60 portò alla ribalta mondiale il marchio STP, oggi un brand affermato in lubrificanti ed olii per auto, oltre che le celebri auto a turbina Paxton che in ben due occasioni (’67/’68) sfiorarono la vittoria.

A darne l’annuncio è stata la sua famiglia il 29 Dicembre, accorsa all’ospedale di Santa Barbara all’aggravarsi delle condizioni di ‘Mr.500‘, come tutti amavano affettuosamente chiamarlo per la sua devozione alla classica di fine Maggio dove amava sempre stupire con nuove ed innovative soluzioni tecniche per le sue auto, come lo fu ad esempio la Lotus 4×4 che mentre stava dominando nelle libere fu distrutta da Andretti.

Da tempo uscito attivamente dalla scena della IndyCar e del motorsport in generale, Granatelli era comunque una presenza fissa nei giorni della Indy 500 e tutti amano ricordare le sue due vittorie conquistate nel 1969 con Mario Andretti e nel 1973 con Gordon Johncock.

Granatelli è presente nella International Motorsports Hall of Fame, la Motorsports Hall of Fame of America e la Indianapolis Motor Speedway Hall of Fame.

La sua STP è indissolubilmente legata alla leggenda della NASCAR Richard Petty il quale ha gareggiato per oltre 30 anni nei classici colori azzurro e rosso che ormai sono una istituzione mondiale.

Per chi volesse approfondire è disponibile la sua biografia in lingua inglese ‘They Call Me Mister 500‘, facilmente reperibile su internet.

Goodbye Mr.500

Roberto Del Papa