A Fontana brilla la stella di Dixon, Power si vendica del 2012

E’ Scott Dixon il campione IZOD IndyCar Series 2013. Con il quinto posto conquistato nella MAVTV 500 di questa notte il neozelandese ha messo per la terza volta il suo nome nell’albo d’oro della serie dopo le vittorie del 2003 e del 2008, sempre sulla rossa di Ganassi.

Nulla da fare per Helio Castroneves il quale da Dixon aveva da colmare l’ampio gap di 25 punti, impresa difficile ma che non ha tenuto lontano al brasiliano dall’attaccare per tutto l’arco della gara. Anzi, il pilota del team Penske al contrario del suo diretto avversario è stato per quasi l’intera durata della gara sempre nelle prime posizioni, correndo giustamente come se non avesse nulla da perdere. Ma Dixon oggi dalla sua ha avuto la fortuna, una macchina perfetta ed ottimi meccanici, cosa che invece non si può dire del team Penske che addirittura ha richiamato nei box il brasiliano a pit-lane chiusa.

La lunga 500 miglia californiana ha riservato parecchi colpi di scena ad iniziare dalla vittoria a sorpresa del poleman Will Power, che con un gara autorevole ha sbaragliato la concorrenza vendicandosi della debacle del 2012 che regalò la vittoria del titolo a Ryan Hunter-Reay. La corsa dell’australiano è stata tutta d’attacco e controllo ed il margine all’arrivo su Ed Carpenter, secondo ad 1.5 secondi con restart a poche tornate dal termine, testimonia la sua supremazia.

Gara movimentata e piena di incidenti, alcuni ‘illustri’ come quelli di Tagliani e Bourdais entrambi in lotta per la vittoria fino al momento del crash ed altri davvero spettacolari come quello che al 110° giro ha messo fuori gara ben cinque vetture, quelle di Wilson, Servia, Newgarden, Vautier e Jakes, con la De Silvestro la quale coinvolta ma in maniera lieve ha potuto continuare la gara. OUT a poche tornate dal temine anche Kimball con motore KO mentre lottava nelle prime piazze.

Classifica Gara

Roberto Del Papa